Il Giardino della Memoria

All'interno dell'evento di oggi 6 agosto 2017, la "Notte dei Briganti" presso la 167 bis di Grottaglie, un ricordo particolare è stato dedicato ai 25 anni dalla strage di Capaci.

Un gesto semplice nato dalla creatività e passione di un cittadino della 167bis, Francesco L'Assainato, che con due pannelli fotografici, affissi a due alberi, ha voluto raccontare, ma soprattutto ricordare, a chi non ha vissuto quegli anni, cosa abbia rappresentato il magistrato antimafia Giovanni Falcone.

All'interno dei due pannelli fotografici un piccolo cumulo di pietre con incisa una scritta "giardino della memoria" ed una rosa rossa. La pietra, simbolo di un messaggio che il tempo non potrà mai cancellare, la rosa rossa, simbolo del sangue versate in nome della giustizia e legalità e l'albero, a testimonianza dei frutti e continuità legati all'operato di un uomo che 25 anni fa, insieme alla moglie ed agli uomini della sua scorta, persero la vita nella lotta contro la mafia.

Il ricordo di questi uomini deve essere tramandato alle nuove generazione per non dimenticare quegli anni di "piombo" e chi, fino alla fine, ha fatto del dovere, giustizia e legalità la sua ragione di vita. Ben vengano questi piccoli, semplici ma significativi gesti a cui, con grande passione e partecipazione, ho avuto il piacere di collaborare.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up