Corso di discipline pittoriche per i pazienti affetti da neoplasie

COMUNICATO STAMPA - L'Associazione Pandora I-dea attraverso la collaborazione con il Centro Artistico Culturale "La Casaccia" ha avviato un corso di pittura gratuito per i pazienti affetti da neoplasie. Il corso della durata di sei mesi partirà il 21 ottobre con due lezioni settimanali che si terranno il lunedì e il venerdì, dalle ore 17.30 alle ore 20:00.

A conclusione del corso ci sarà una mostra d'arte delle opere realizzate dai partecipanti.

Il 17 ottobre 2016 alle ore 19 si è tenuto il primo incontro tra i referenti dell'Associazione Pandora I-dea e il centro artistico culturale La Casaccia per promuovere il corso di discipline pittoriche rivolto ai pazienti affetti da neoplasie, nella sede di Via Municipio 43 a Francavilla Fontana (BR). Grande attenzione e ammirazione da parte dei presenti che hanno apprezzato questo gesto dettato da una grande sensibilità e umanità di chi ogni giorno si occupa di un tema così delicato.

A prenderne parte la Dott.ssa Annamaria Miccianza, Medico DH oncologico e Presidente dell'Associazione Pandora I-dea; la Referente del progetto Claudia Fumagalli; la Dott.ssa in Psicologia Grazia Manica, entrambe consigliere della stessa associazione e il Direttore Artistico Ernesto Gennaro Solferino dell' Associazione la Casaccia.

"Il laboratorio di pittura – afferma la Dott.ssa Annamaria Miccianza - si inserisce insieme agli altri nella mission della nostra associazione Pandora I-Dea cioè promuovere attività e servizi al fine di migliorare l'assistenza dei pazienti affetti da neoplasie. Nasce da evidenze scientifiche che le emozioni piacevoli come l'arte o la musica, aiutano il paziente ad affrontare il tunnel della malattia e della cura, rappresentando un forte impulso a reagire meglio alla notizia di una neoplasia che implica uno stravolgimento dell'esistenza e una necessaria riorganizzazione della vita.

Ricerche recenti – continua - pubblicate sulla rivista Support Care Cancer Journal sottolineano come l'uso della musica e della pittura possano aiutare a contrastare il dolore e l'ansia dei pazienti. Letture scientifiche riportano casi di pazienti oncologici che hanno saputo governare lo stravolgimento della malattia – con dei miglioramenti anche in termini di efficacia della cura – intensificando la propria spiritualità attraverso l'arte (Journal Support Oncology 2012, CA Cancer J Clin 2013). Pertanto questo progetto rappresenta un aiuto per dimensionare l'ansia , lo stress e migliorare il benessere psico-fisico dei pazienti affetti da tumore. L'arte in sé rappresenta una connotazione relazionale utile ad alleviare percorsi difficili come quello della malattia neoplastica" – conclude la Dott.ssa Annamaria Miccianza.

La Referente del Progetto Claudia Fumagalli afferma: "L'idea alla base dell'iniziativa è stata quella di offrire ai pazienti un'ulteriore forma di supporto e avvicinamento alla normale quotidianità, con l'intento di stimolare la socializzazione e il confronto, creando nuove possibilità di contatto, di scambio umano e di svago e poi di dare loro la possibilità di conoscere e sperimentare il mondo dell'arte in prima persona sotto la guida attenta e sensibile dei docenti della casaccia che nell'arco dei sei mesi, per due lezioni alla settimana, cercheranno di insegnare tutte le tecniche per esprimere emozioni e vissuti attraverso la pittura e il suo peculiare linguaggio non verbale, fatto di forme, colori e pura espressione creativa".

Mentre la Dott.ssa in psicologia Grazia Manica sottolinea il connubio perfetto tra Arte e Terapia: "L'arte ha grande valore e quando opera in favore di una causa così nobile diventa ancora più preziosa! L'arteterapia è utilizzata nel campo della psico-oncologia poiché riconosce la necessità di attenzione anche verso i bisogni emotivi sostenendo i meccanismi di adattamento allo stress attraverso tecniche creative".

 

Grazia 1

Pandora

 

Grazia 2

Ultima modifica ilMercoledì, 19 Ottobre 2016 22:39
Cinzia Marangella

"Sometimes you just need to look at things from a little different perspective and you will see the world through new eyes.

A volte hai solo bisogno di guardare le cose da una prospettiva un po' diversa e vedrai il mondo con occhi nuovi"

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up