Questa sera il tour del cantautore romano Artù passa da Grottaglie

Questa sera il locale Zoelogic, in Via Vittorio Emanuele II a Grottaglie (Ta) sarà tappa del tour estivo di Artù, cantautore romano, finalista di Musicultura e con all'attivo esibizioni al fianco di grandi colleghi, da Brunori Sas a Niccolò Fabi e Alessandro Mannarino.


Artù sembra un personaggio di un altro mondo, fuori dagli schemi, un cane sciolto, schietto e sincero ma mai banale. Non ha peli sulla lingua e urla con ironia tutta la sua rabbia verso un mondo che non gli piace ma che non riesce però a non amare, cercando di dare sempre nei suoi brani una luce di speranza. Alla fine tutto passa.

Alessio Dari, in arte Artù, è fin da piccolo un comunicatore a cui le regole sono sempre piaciute poco. La famiglia, la scuola e le imposizioni autoritarie gli stanno strette, e la voglia di fuggire da una realtà non sempre all'altezza della sua fervida immaginazione gli fanno coltivare una forte passione per la scrittura, che lo tiene sospeso in un mondo onirico ricco di personaggi fantastici a fargli compagnia.

Finalista di Musicultura, nel corso degli anni la sua crescita musicale e professionale lo ha portato a calcare palchi sempre più grandi e prestigiosi. Ospite di Generazione XL all'Auditorium Parco della Musica, suona al teatro Parioli e all'Etruria Eco festival in apertura allo show di Ascanio Celestini. Nel 2013 esce il suo album d'esordio, Artù (Leave Music/Universal Music), un disco leggero, ma ricco di vitamine essenziali, facile da mandare giù, ma difficile da digerire. Un ritorno alle origini, alla terra dove tutto nasce e tutto muore.
A Maggio del 2016 presenta il suo nuovo lavoro discografico dal titolo "Tutto Passa" (Sony Music), anticipato dal singolo "Roma d'Estate", che segna il suo punto di svolta artistico: Artù lascia andare i personaggi strampalati del primo album e inizia a parlare in prima persona. Con un sound essenziale che nulla toglie alle sue parole e alla sua rabbia, sentimento che l'artista ha nei confronti di un mondo dove a volte non riesce proprio a starci bene.

Start 22:30
Ingresso gratuito

Gabriele Palumbo

"Non sono quasi mai serio, e sono sempre troppo serio. Troppo profondo, troppo superficiale. Troppo sensibile, troppo freddo di cuore. Io sono come un insieme di paradossi." — Ferdinand de Saussure

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up