Questa sera a Grottaglie: Adam Evald con Masha Bender in concerto

Penultimo appuntamento con l'edizione invernale di "Internescional", la rassegna con band provenienti da tutto il mondo ospiti dello Zoelogic di Grottaglie.
Questa sera dalla Svezia: ADAM EVALD con MASHA BENDER.


Evald è un compositore e viene da Malmö. Nella sua presentazione si descrive così: "Con spirito e onestà scrive musica pop con un tocco di musica classica. Le sue melodie sono cristalline, così come i suoi testi che insieme si intrecciano creando una mappa di mille diverse emozioni. In concerto - prosegue la descrizione - Adam è affiancato da una fedele maga delle corde, Masha Bender, una tagliente e scura violinista che coinvolge il pubblico con la sua sola presenza. Quando si accompagnano sul palco, si compone un infuso pieno di particolarità, una dose di melanconia e speranza, pronto per essere iniettato nelle nostre vene immediatamente. Oltre ad essere una violinista".

Masha Bender è un'artista grafica di San Pietroburgo, Russia. Specializzata in un genere che i critici tedeschi hanno chiamato "fotografia post-vintage". La combinazione di metodi antiquati con effetti futuristici al limite tra la grafica e la fotografia. Il suo obiettivo è quello di cercare la fine del mondo tramite il punto di vista di un elemento naturale: l'aria. Nonostante il suo spettro contorto e l'obiettivo, riesce a rimanere fedele e naturale nei suoi fotogrammi. Raggiunge la bellezza con carattere sublime, riuscendo a bloccarla ed inquadrarla.

Con questa collaborazione nata dopo l'autunno del 2014, Adam e Masha hanno fatto il giro del mondo tre volte, organizzando mostre ed esposizioni in più di 30 paesi in quattro continenti. L'idea alla base della loro collaborazione, la loro meta, è quella di estendere l'esperienza della musica e delle arti cancellando le norme e le regole che le circondano, ricostruendo i metodi di ascolto e di percezione delle stesse.

La rassegna si concluderà - per poi riprendere ad inizio primavera - con il concerto del progetto russo REGINE OLLSEEN il prossimo 14 marzo.

Gabriele Palumbo

"Non sono quasi mai serio, e sono sempre troppo serio. Troppo profondo, troppo superficiale. Troppo sensibile, troppo freddo di cuore. Io sono come un insieme di paradossi." — Ferdinand de Saussure

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up