Il chitarrista Michele Santoro al Paisiello Festival

Giovedì 6 ottobre si è tenuto, presso il caffè letterario Cibo per la Mente di Taranto, "Le Corde Barocche", concerto del giovane chitarrista grottagliese Michele Santoro, evento facente parte dell'iniziativa "I Conviviali Incontri", organizzata dall'Onlus Amici Della Musica Arcangelo Speranza.

"Nei giorni scorsi nell'ambito delle iniziative del Paisiello Festival si è tenuto presso il Caffè Letterario "Cibo per la Mente" un interessante concerto per chitarra di Michele Santoro. Il giovane chitarrista ha presentato con grande bravura un programma di splendide musiche barocche, trascritte in notazione moderna dal M° Pino Forresu, convincendo il pubblico per l'ottima duttilità tecnica, la ricchezza timbrica e la profonda capacità interpretativa", scrive Gaetano Laudadio, giornalista e critico musicale.

Curriculum nel 2013 sotto la guida del Maestro Pino Forresu, Michele Santoro ha conseguito il Diploma Accademico di I livello in Chitarra e in Discipline Musicali presso l'istituto AFAM Pasiello di Taranto. Nel 2015 consegue il Diploma Accademico di II livello "Chitarra in Concerto nel repertorio Rinascimentale, Romantico, Moderno e Contemporaneo" con indirizzo esecutivo-compositivo presso lo stesso Istituto. Partecipa a numerosi concorsi nazionali e internazionali in Puglia e fuori dalla Puglia classificandosi sempre tra le prime posizioni sia da solista che in formazioni cameristiche/ensamble. Concertista attivo, accompagna attori, cantanti-cantautori, spettacoli teatrali, reading, mostre fotografiche e d"arte. Da circa 6 anni si dedica alla didattica e all'insegnamento in Accademie Musicali, Associazioni Promozionali, progetti PON nelle scuole di I e II Grado e lezioni concerto.

 

Ultima modifica ilGiovedì, 13 Ottobre 2016 17:06
Gabriele Palumbo

"Non sono quasi mai serio, e sono sempre troppo serio. Troppo profondo, troppo superficiale. Troppo sensibile, troppo freddo di cuore. Io sono come un insieme di paradossi." — Ferdinand de Saussure

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up