Logo
Stampa questa pagina

Il terremoto devasta il centro del nostro Paese In evidenza

Un dolore che si rinnova a distanza di sei anni dal terremoto a L'Aquila quello che sta provando oggi tutta l'Italia.

Nella scorsa notte due forti scosse (una di magnitudo 5.4 e una di magnitudo 5.1) hanno messo in ginocchio il Reatino. Il primo bilancio parziale è di 45 morti e decine di dispersi. Alcune persone sono ancora sotto le macerie.

Sergio Pirozzi, Sindaco di Amatrice: "il centro del paese non esiste più";

Stefano Petrucci, Sindaco di Accumuli: "tutte le case sono inagibili, dovremo allestire delle tendopoli per tutta la popolazione".

Scosse avvertite anche in Umbria, dove si sono verificati danni soprattutto al patrimonio artistico.

Il Presidente della Repubblica Mattarella:"è un momento di dolore, tutto il Paese si stringa unito".

Il Presidente del Consiglio annulla i suoi impegni per seguire la vicenda.

 

Numero Verde Protezione civile: 800.840.840

La redazione di Grottaglie24 si unisce al dolore per tutte le vittime.

Redazione

La Redazione di Grottaglie 24: un team affiatato di giovani, in continuo movimento e sempre alla ricerca di nuove risorse. Notizie, eventi, community e tanto altro ancora.

Progetto realizzato da Cinetyk. Tutti i diritti riservati.