Alessandra Greco

Alessandra Greco

URL del sito web: [email protected]

L'Associazione Gente reduce dalla trasferta di Albano Laziale: "Bilancio ottimo, nonostante tutto..."

 

Calato il sipario sull’evento del 14 e del 15 aprile, che ha visto l’associazione socio - culturale "Gente" impegnata nella trasferta di Albano Laziale a promuovere le eccellenze nostrane oltre i confini regionali, e giunge il tempo dei bilanci che "nonostante le soddisfazioni, ci inducono - scrive in un comunicato stampa Francesco Blasi, presidente dell'associazione - ad alcune riflessioni necessarie per il proseguimento di un efficace promozione del territorio. I poveri mezzi di cui disponiamo, non ci consentirebbero di programmare altre simili avventure, ma la grande volontà che ci anima ci permette di pronosticare un futuro roseo ed altrettanto pieno di successi per la nostra associazione e di conseguenza della città di Grottaglie. Il nostro rimane comunque un resoconto più che positivo - prosegue Blasi - che ha consentito un reale e proficuo scambio di conoscenze tra città e che a breve vedrà concretizzarsi un ritorno reale in termini turistici ed economici per il paese. Possiamo perciò ufficialmente annunciare che l’impegno preso dal vice sindaco di Albano, Maurizio Sementilli, di restituirci la visita in autunno, è un risultato tangibile dell’azione di promozione del territorio che noi di Gente intendevamo realizzare".
L'evento, organizzato da Gente e denominato "Storie millenarie da vivere e degustare", ha infatti visto l'associazione grottagliese impegnata su diversi fronti, a partire dalla mostra di maioliche grottagliesi nella sala nobile del Palazzo Savelli, gli stand enogastronomici delle aziende pugliesi Lenti, Contento, Bernardi, Terre Auree e dell'Associazione produttori di capocollo di Martina Franca allestiti nell'hotel Miralago, l'esibizione dei ceramisti (e fratelli) Vestita, fino ad arrivare al gruppo musicale "I briganti del duca" che, diretti dal maestro Armando Donatelli e insieme alla letture di poesie vernacolari grottagliesi (tradotte dallo stesso Francesco Blasi) hanno preceduto la cena finale dei presenti. 
"La soddisfazione espressa poi dalla stragrande maggioranza dei partecipanti all’evento - si legge nella parte finale - ha dimostrato che la nostra formula funziona e che può avere un futuro l’idea di collaborazione allargata ad altre associazioni e gruppi di vera e sostanziale azione locale. Gente ha realizzato sinergie tra associazioni con missioni diverse, infatti nel nel nostro consiglio direttivo sono presenti: Armando Donatelli maestro del gruppo folk e presidente dell’omonima associazione ”I briganti del duca”, la dottoressa Emanuela De Vita, presidente del Gruppo Grotte Grottaglie, Francesca Frisa presidente della Pro loco, Francesco Intermite, delegato Confcommercio e socio AsscommGrottaglie e per ultimo, ma non ultimo, Michele Marino,  segretario dell’Avis e presidente della Caritas di Grottaglie. La cultura e le tradizioni popolari che animano i nostri eventi sono protagonisti assoluti della grottagliesità che la nostra associazione porta in giro e che anche ad Albano Laziale ha reso edotti gli albanensi sui nostri usi e sul patrimonio artistico che i nostri maestri ceramisti hanno significato realizzando manufatti in ceramica". 
 
Leggi tutto...

La scuola media Pignatelli protagonista al convegno di Italia Nostra sull'educazione al paesaggio

 

La scuola media  di primo grado F.G. Pignatelli ha rappresentato lo scorso 17 aprile le scuole medie della Provincia di Taranto  al convegno “Educazione al paesaggio dalla conoscenza alla creatività”, l’iniziativa promossa dall'associazione Onlus “Italia Nostra” attraverso il concorso nazionale “Il paesaggio agrario” inserito nell’ambito del progetto “Paesaggi Sensibili” 2011 sull'educazione al patrimonio culturale e al paesaggio raccontato dai ragazzi, narrazioni e immagini nell’era digitale  2011-2012.
Al convegno, svoltosi a Taranto presso la biblioteca comunale “Pietro Acclavio”, hanno partecipato diversi istituti scolastici provenienti dalle diverse provincie della  Puglia. Per le scuole medie della provincia di Taranto hanno svolto la relazione introduttiva la scuola media F.G. Pignatelli di Grottaglie e per le superiori l’istituto tecnico commerciale professionale alberghiero di Crispiano; per la provincia di Bari l’istituto agrario di Alberobello  e l’ITIS “Panetti” di Bari e l’istituto agrario di Locorotondo ; per la provincia di Brindisi la scuola media “Pacubio” di Brindisi e l’istituto professionale  di Ostuni ; per la Provincia di Lecce il liceo scientifico F. Rodi del nord Salento di Squinzano e l' Istituto Tecnico Commerciale “V. Bachelet” di Copertino.
Il convegno ha visto la presentazione degli elaborati proposti dai ragazzi delle scuole, sviluppando così un dibattito con esperti e docenti, tra i quali il Dott. Aldo Riggio e Tommaso Galiani, responsabili per Italia Nostra del settore educazione e formazione, e con il contributo di esperti quali il prof. Aldo Galeano ed il Dott. Angelo Carmelo Bello, i quali hanno illustrato  “Le fornaci di Monteiasi per un’ipotesi di formazione di un parco archeologico  industriale”  e “ L’evoluzione del paesaggio agrario sull’altopiano della Murgia”.
Per la  scuola media F.G. Pignatelli il  prof. Vito Nicola Cavallo (Responsabile Funzione Strumentale dell’Area Marketing, Pubblicità,  Servizi di Documentazione e Biblioteca), ha illustrato il lavoro svolto da alcune classi dell’istituto che nell’ambito del piano dell’offerta formativa, ha previsto di trattare i nuclei  tematici  “Ambiente e Legalità - alla scoperta e valorizzazione del proprio territorio, per una cittadinanza consapevole”, finalizzati ad un'analisi e conoscenza del paesaggio agrario attraverso le tematiche ambientali. I lavori proposti al convegno “Il paesaggio come bene comune” e “La masseria”, dichiara il prof. Cavallo, “sono stati  realizzati con tecniche multimediali e si sono articolati nell’analisi ed osservazione del territorio agricolo compreso tra il territorio di Grottaglie, Villa Castelli e Francavilla Fontana (parte dell’area risulta essere oasi protetta); l’elaborazione si è concretizzata attraverso la rilevazione diretta delle situazioni emergenziali del predetto territorio e delle peculiarità rilevanti e determinanti sulla struttura del paesaggio agrario nelle diverse fasi evolutive, attraverso lo scorrere del tempo dall’autunno, all’inverno, alla primavera. Nel trascorrere del tempo, si sono rilevate le manomissioni e le diverse forme di antropizzazione del territorio nella fase naturale e dell’evoluzione vegetazionale dei luoghi osservati. Particolare attenzione si è data nel censire e fotografare le pre-esistenze dell’economia rurale nelle diverse entità volumetriche, produttive-abitative (masserie),  vocazionali (chiesa-santuario S.Maria dei Grani) e tecnologiche dell’evoluzione moderna  (pale eoliche e rifiuti di genere diverso). Con il bollino rosso si è inteso segnalare le cattive pratiche dell’utilizzo del territorio, in particolare  nel luogo individuato come riserva naturale”
A conclusione dei lavori il presidente di Italia Nostra della sezione di Taranto, l'architetto Giuseppe Todaro ha premiato, con due tessere di adesione all’associazione, le classi della scuola che hanno partecipato al convegno. La conclusione del progetto dei nuclei tematici svolti, sarà la visita degli alunni della scuola alla masseria Monti del Duca dell'azienda agricola Fratelli Cassese con il concerto di fine anno scolastico dell’orchestra della scuola il prossimo 5 giugno nel suggestivo scenario della stessa masseria.
Leggi tutto...

Chiusura "Campagna Amica", Sel interviene "Anche questa una responsabilita' dell'opposizione?"

L'interruzione dell'iniziativa “Campagna Amica”, sospesa dopo soli 3 sabati a seguito delle numerose incomprensioni sugli scopi e sul ruolo rivestito dal progetto della Coldiretti, ha lasciato i suoi strascichi con conseguenti risvolti. A prendere parola è il circolo di Sel che attraverso un comunicato stampa interviene sulla questione: “Ci risiamo. Quando i progetti messi in piedi dalla maggioranza falliscono miseramente, il Partito Democratico non trova di meglio da fare che addossarne la responsabilità all'opposizione, o ad alcuni suoi singoli esponenti, come è avvenuto in questi giorni a proposito della sospensione dell’iniziativa “Campagna amica” della Coldiretti. Alcuni consiglieri comunali della minoranza sarebbero stati - si legge in un documento del Pd - colpevoli di aver “istigato” i commercianti a protestare e, conseguentemente, a far fallire la suddetta iniziativa, ovvero quella sorta di mercatino che veniva allestito il sabato mattina lungo via Calò da tre settimane a questa parte. Un'iniziativa fortemente voluta da questa maggioranza, che prima ne ha deciso la realizzazione autonomamente, senza dar conto a nessuno, e successivamente ne ha decretato la sua stessa sospensione.

Ora, cosa ci azzecchino i tre consiglieri di opposizione incriminati in tutto questo “io mi suono e io mi canto” della maggioranza è un mistero. Per il Pd essi sarebbero stati rei di aver raccolto e amplificato il malcontento degli operatori del settore. Un'accusa bizzarra, certo, ma comunque rivelatrice della insana ambizione egemonica di quel partito, che mal sopporta la normale dialettica maggioranza-minoranza e che vorrebbe interpretare tutti i ruoli in commedia, stabilendo pure come si deve fare opposizione e come va esercitato il mandato di consigliere comunale. Insomma, sembrerebbe che il Pd insegua il modello della Bulgaria comunista, dove gli esponenti della minoranza venivano pagati dallo stato e avevano soltanto la funzione di dare una parvenza di democrazia parlamentare a quella che in realtà era una dittatura.
Piuttosto, stando così le cose, invece di lanciare accuse bambinesche contro alcuni consiglieri comunali, il Pd e la maggioranza farebbero bene a spiegare in aula in che modo quell'iniziativa è nata, e soprattutto perché è rapidamente abortita. E di questo chiederemo prontamente conto in Consiglio Comunale.
Va inoltre sottolineato che il gruppo consiliare di Sel ha partecipato ai lavori del Consiglio Comunale monotematico e alla successiva commissione, dove si è trattato delle problematiche del commercio nella nostra città e del rilancio della piazza mercato di via delle Torri, ma di questa operazione “Campagna amica” non si è mai discusso. Ricordiamo anche a qualche distratto apprendista stregone del Pd grottagliese che vorrebbe spacciare quell'iniziativa come conseguenza dell'accoglimento di indicazioni provenienti dall'opposizione, che in quelle sedi i nostri rappresentanti hanno sì prospettato delle soluzioni per il rilancio e il pieno utilizzo della piazza mercato in questione, ma queste non sono state prese minimamente in considerazione. I fatti dicono invece che l'iniziativa commerciale di cui si discute è stata partorita nelle segrete stanze da esponenti della maggioranza insieme alla Coldiretti. Perciò, se il Pd vuole trovare i responsabili del fallimento di quell'iniziativa, li cerchi tranquillamente in quelle stesse segrete stanze, dove da troppi anni a questa parte si fa e si disfa la politica amministrativa del nostro comune. E magari, una volta dentro quelle stanze, farebbe pure bene a spalancare le finestre, per fare uscire un po' di quell'aria viziata che da troppi anni ammorba quegli ambienti.
Questo lo diciamo senza animosità: urge un radicale e salutare ricambio, perché, a quasi un anno dall'insediamento del nuovo sindaco e della sua maggioranza, è evidente a tutti che la promessa fatta in campagna elettorale di una “discontinuità” col decennio bagnardiano non c'è stata. Anzi, se possibile, si è riusciti persino ad andare “oltre” il bagnardismo stesso, facendo leva sull'alto tasso di trasformismo (e trasformisti) presente tra i banchi del Consiglio Comunale. Un trasformismo cinico e spudorato che viene sicuramente buono per “i numeri” della maggioranza - numeri che all'occorrenza vengono suonati in testa a chi osa chiedere conto del fallimento politico della coalizione “Grottaglie Oltre”, ma che allo stesso tempo alimenta la rozza aspirazione di qualche “folgorato sulla via di Damasco” di poter governare la città senza un progetto politico, senza pudore e, soprattutto, senza una coscienza civica degna di tale nome.
Ed è proprio da questo malcostume che nasce l'arroganza del potere, che poi diventa delirio, per approdare inevitabilmente al ridicolo. Come è accaduto in questa vicenda dai contorni farseschi, dove una forza politica, il Pd, nonostante possa far affidamento su di una maggioranza composta da oltre sedici consiglieri, si cimenti nel goffo tentativo di addossare la colpa di un proprio fallimento a tre semplici esponenti dell'opposizione. E chi ci crede?
Leggi tutto...

Botta e risposta Udc - Santoro. Russo: "Non ci muoviamo sull'improvvisazione"

L'Udc giovani non ci sta e replica alle ultime dichiarazioni di Michele Santoro (capogruppo di Grottaglie prima di tutto) che a seguito della questione riguardante il consigliere Marinelli, li aveva definiti "spersi e privi di un mentore da cui apprendere la vera essenza della politica, quella che si fa con le tre C: coerenza, concretezza e competenza". La replica dei giovani Udc non si è fatta attendere e porta la firma del segretario Giuseppe Russo che parte da un assunto "Mentore dal greco guida, colui che da il giusto consiglio, era, nella mitologia, il tutore a cui Ulisse (Nessuno), affidò il figlio Telemaco partendo da Itaca. Ci riempie di orgoglio leggere che il consigliere comunale Michele Santoro, quasi si proponga al ruolo di nostro mentore, ma non vorremmo che ci ritrovassimo a seguire come mentore il secondo nome di Odisseo cioè Nessuno". Da qui, la risposta piccata "Fare un comunicato stampa - prosegue Russo - per criticare la nostra solidarietà al consigliere comunale dell’Udc, Giovanni Marinelli, ci sembra veramente opera di nessuno. Per il Mentore capo dell’opposizione, forse uno spirito propositivo, seppur alternativo, alla maggioranza sui reali problemi della città, farebbe sicuramente più notizia ed eco. Noi giovani Udc, ci ispiriamo ai Padri nobili della Politica, Moro, De Gasperi, Dossetti, don Sturzo e dai loro esempi traiamo l’insegnamento per il modus operandi di fare politica. La coerenza e la correttezza è alla base della nostra azione in abbinamento alla massima trasparenza". 

"Sicuramente la politica - conclude Russo - è cosa da grandi, come sostiene Santoro, ma per diventare “grandi” è necessario crescere ed è quello che cerchiamo di fare. Inoltre la figura dell’asino in mezzo ai suoni non si addice al consigliere Marinelli, perché si è saputo orientare tra i tanti trambusti ed ha ritrovato la giusta voce rientrando nell’Udc. Pertanto la politica della coerenza, non sembra alberghi in nessuno, la concretezza non si sposa con il cuore intenerito e la competenza è frutto di impegno e studio. L’improvvisazione non ci ha mai mossi, sicuramente potremo essere ingenui, ma non utilizziamo sterili polemiche perché a corto di idee".

Leggi tutto...

Annicchiarico (Sud in movimento): "Sindaco e Pd ormai annaspano!"

 

"Apprendiamo con stupore che a Grottaglie esiste il PD e che il sindaco Alabrese si è accorto che ci sono dei problemi - si legge nel comunicato stampa di Giovanni Annicchiarico, presidente di Sud in movimento - Bene, si fa per dire! Ma non si capisce perché, essendo loro incapaci di risolvere anche il più elementare problema della città, addossano all’opposizione le responsabilità dei propri fallimenti, non ultimo l'interruzione della campagna amica".
È doveroso precisare - continua il presidente - che gli accordi presi in consiglio comunale prima, ed in commissione poi, consistevano nell’ avviare una serie di iniziative (tra cui Campagna Amica), all’interno del mercato di via delle Torri, previo accordo in commissione, con le varie organizzazioni interessate. Di fatto però, questo passaggio istituzionale non è mai stato fatto, anzi non si sa bene chi ha stretto accordi con la Coldiretti, violando il patto democratico. La domanda dunque nasce spontanea: a che gioco stanno giocando il Sindaco e il Pd? Forse è giusto pensare che non hanno letto le carte delle commissioni o stanno solo bluffando per nascondere la loro incapacità amministrativa? Le accuse di speculazione politica dell’opposizione, vanno rispedite al mittente, in quanto non più tardi di cinque giorni fa, il consigliere del Sud in Movimento Avv. Ciro D’Alò ed il capogruppo del Pd, dopo sollecito telefonico di quest’ultimo, si sono recati al mercato di via delle Torri. Una volta sul posto, dopo avere discusso con i commercianti, lo stesso Massimo Serio ha apprezzato, in presenza degli esercenti (tra cui anche un candidato nelle loro liste) la correttezza dell’operato del Consigliere Avv. Ciro D’Alò, dovendo constatare che non vi è mai stata alcuna speculazione politica, ma solo l’esercizio della funzione di consigliere comunale.
Stando così le cose - conclude Annicchiarico - il Sindaco ed il suo partito (ammesso che funzioni ancora) farebbero meglio a confrontarsi in casa loro, magari parlando prima con il proprio capogruppo e solo dopo scrivere comunicati stampa. Eviterebbero così di ripetere sempre le solite brutte figure".
Leggi tutto...

Sara' un weekend di musica internazionale

Evelyn Burke e i The Budda Pests. Saranno questi gli artisti d'oltre manica a portare uno scorcio di musica internazionale a Grottaglie, più precisamente al music club Velvet Café. Si comincerà venerdì 20 aprile con la cantautrice folk irlandese Evelyn Burke, che annovera tra i suoi lavori il singolo "Walk Alone" capace di attirare l'attenzione di Paul Hermann (produttore tra gli altri di Dido e Corinne Bailey Rae) e James Bryan (produttore di Nelly Furtado). Attualmente, l'altro singolo "Rivers" è stato scelto per la serie Skins, in onda su Channel 4 in Gran Bretagna, mentre "Back From the Edge Onto the Bed" fa parte della colonna sonora del film indie To.Get.Her, premiato nei giorni scorsi al Sundance Film Festival negli USA. Un'artista che farà parlare di sè molto presto e che ha da poco terminato presso il prestigioso Institute of Performing Arts a Liverpool, la cui direzione artistica è affidata a un certo Paul McCartney

Si proseguirà sabato 21 con il gruppo londinese The Budda Pests, in giro per l'Europa a presentare le loro canzoni che sudano di punk, rock e urgenza emotiva. Un trio rock 'n' roll che gioca con l'art-rock e il punk disegnando colori musicali nettamente britannici. La formazione è composta da: Peter Derzbach (voce e chitarra), Leandro Partenza (batteria) e Martin Davies (basso). 

Entrambi i concerti inizieranno alle 22:00 e l'ingresso sarà gratuito. 

 

Leggi tutto...

Santoro risponde all'Udc Giovani: "La politica non e' un gioco da ragazzi"

"Leggere ciò che hanno scritto i giovani dell'Udc in merito ai movimenti ondivaghi del consigliere Marinelli - scrive Michele Santoro (Grottaglie Prima di Tutto) - mi riempie di sgomento e al tempo stesso mi si intenerisce il cuore nel vedere questi ragazzi così impegnati in politica, visibilmente spersi  e confusi in quanto inesperti e senza un mentore capace di intendere e volere nel fare politica e quindi insegnare loro la vera essenza della stessa politica, finalizzata al bene comune". Nel comunicato stampa dei Giovani Udc, firmato dal segretario Giuseppe Russo ( e pubblicato lo scorso venerdì 13 aprile), l'Unione di Centro dei giovani grottagliesi palesava il suo pieno appoggio al consigliere comunale Giovanni Marinelli, al centro delle polemiche per il suo reintegro nel partito dopo esserne uscito per entrare a far del gruppo misto, "A questi giovani - prosegue Santoro - mi permetto di suggerire un'azione politica più incisiva e consapevole,  in cui far valere il  vero progetto politico, lo stesso in cui Marinelli ha creduto, facendo parte della coalizione Grottaglie oltre. Marinelli mi sembra come un asino in mezzo ai suoni, dove tutti lo tirano per la capesa e lui, sempre più confuso, si fa abbindolare da promesse fatue e fuori da ogni  probabile realizzazione dei suoi desiderata". Santoro conclude poi con uno slogan: "La politica si fa con le tre C: concretezza, coerenza e competenza. Non è un gioco da ragazzi o da politici improvvisati". 

 

 

Leggi tutto...

Movimento 1000 x Taranto: le cinque proposte al Governo

 

Il Movimento 1000 x Taranto, a seguito della disponibilità del Governo a discutere le proposte per intervenire nella gravissima situazione in cui versa la città jonica, così come ulteriormente evidenziato negli ultimi anni nell'inchiesta sull’inquinamento, ritiene di suggerire cinque punti su cui confrontarsi al tavolo convocato a Roma per domani, 17 aprile : si parte dall'immediato invio nella città di una task-force di tecnici esperti e competenti in progettazione europea al fine di intercettare i fondi comunitari a disposizione per la valorizzazione delle potenzialità di Taranto ai fini culturali, turistici e commerciali, con particolare riguardo al riordino del traffico, del trasporto urbano pubblico e privato, e della candidatura di Taranto a Capitale Europea della Cultura 2019
Al secondo punto, lo sviluppo dei centri di ricerca medico-scientifica con un'indagine diagnostica dei residenti relativamente ai metalli pesanti, in collaborazione con le università e i centri tecnologici che garantirebbero, oltre che una mole considerevole di dati utilizzabili anche a livello mondiale per le malattie rare, anche una ricaduta occupazionale per le economie alternative legate.
Figura invece al terzo punto la proposta di un pronto intervento volto a garantire il rispetto della salute per i residenti del quartiere Tamburi attraverso la nuova tecnologia di purificazione dell’aria, dal pm10 e pm 2,5, con i Fog Geyser, in collaborazione con i luminari dell’Università di Milano referenti del brevetto.
Quarto punto, l'esenzione da qualsiasi pagamento di imposte e tasse per i prossimi cinque anni,  previsto tra l'altro dall’inserimento di Taranto nelle 22 città di “Zona Franca Urbana” estendendo il provvedimento a tutta la città e alle imprese.
Quinto e ultimo oggetto di discussione, la garanzia di un salario minimo garantito agli inoccupati e il blocco di tutte le situazioni di recupero coattivo di crediti vari a cura di Equitalia ai residenti da almeno 10 anni.
Leggi tutto...

Convento dei Cappuccini: scoperta camera funeraria durante le operazioni di restauro

Il patrimonio artistico della città si arricchisce di un altro pezzo di pregio: una camera funeraria scoperta durante il restauro in corso presso il Convento dei Cappuccini.

A darne notizia è l’Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Grottaglie, Alfonso Annicchiarico, che illustra alla cittadinanza una nota del direttore dei lavori in oggetto, l'architetto Giovanni Manigrasso.
Durante le operazioni di svellimento della pavimentazione all’interno della chiesa dedicata a Santa Maria degli Angeli, parte integrante del Convento e precisamente nella cappella laterale, è stata portata alla luce una botola comunicante con una camera funeraria che si sviluppa al di sotto del pavimento della chiesa e al cui interno sono visibili resti di ossa umane. L’accesso alla camera è ostacolato dalla presenza di materiale arido preesistente non ancora rimosso in attesa del sopralluogo delle autorità competenti. La camera funeraria si mostra come un unico ambiente, è di forma regolare, quadrata, interamente ricavata nel banco tufaceo e coperta da una volta a botte ribassata. All’interno del vano su tre lati si notano tre letti funebri anch’essi in pietra su cui sono visibili resti umani in posizione supina. Sempre sugli stessi lati del vano si osservano delle nicchie ricavate nella roccia tufacea; in una è riconoscibile un teschio, nelle altre cumuli di incerta lettura. Nel vano non si osservano elementi di arredo funerario.
Dopo il ritrovamento è stata immediatamente disposta la sospensione delle operazioni di lavoro in quella area di cantiere e la messa in sicurezza, in attesa di dare corso agli accertamenti e valutazioni del caso.
“Apprendiamo con estremo interesse – sottolinea l’Assessore ai LL. PP. Annicchiarico - l’importante scoperta che arricchisce il nostro patrimonio storico e l’offerta turistico-culturale della città. I lavori sono stati prontamente sospesi nell’area interessata per valutare, grazie al contributo degli esperti, la natura del rinvenimento e la sua corretta preservazione”. 
“Il ritrovamento di un bene di valore storico e culturale – rimarca il sindaco Alabrese - rappresenta sempre una bella notizia, in particolar modo per una città come la nostra che negli ultimi anni ha saputo accrescere la propria attrattività e che vede al comparto turistico come effettivo fattore di sviluppo e crescita economica. Sarà nostra premura dare il supporto necessario alla Soprintendenza per i Beni Culturali e a tutti gli organi coinvolti, perché tale scoperta venga preservata e valorizzata al meglio, in un contesto più ampio di una struttura di grande pregio che intendiamo recuperare totalmente per restituirla ai nostri cittadini e ai visitatori”.
Del ritrovamento, oltre alle locali istituzioni competenti, si sta provvedendo ad informare il Dipartimento di Prevenzione Azienda U.S.L. TA/1 - Unità Operativa di Grottaglie e la Soprintendenza per i beni Architettonici, Paesaggistici e Archeologici per le Province di Lecce, Brindisi e Taranto.
Leggi tutto...

Giovani Udc: Russo "Pieno sostegno e totale fiducia a Marinelli"

Il Gruppo Giovanile Udc, attraverso un comunicato stampa, palesa il sostegno e la fiducia nel Consigliere Comunale Giovanni Marinelli. “Nonostante le passate vicissitudini con i tre consiglieri, usciti dal partito e confluiti poi nel gruppo misto – si legge nella nota di Giuseppe Russo, segretario dei giovani Udc di Grottaglie -  Marinelli è rientrato a pieno titolo all'interno del gruppo, permettendoci così di poter ricoprire quella parte di ruolo politico che abbiamo conquistato insieme nelle passate elezioni comunali. Noi tutti abbiamo piena fiducia in lui perché, anche con i suoi voti, ha dato un contributo sostanzioso all'Udc, permettendoci di diventare la seconda forza della coalizione e quindi ricambiamo il suo lavoro e soprattutto il suo ritorno con un sentito ringraziamento, sostenendolo e, insieme, appoggiando la maggioranza che oggi presiede in questo consiglio comunale, espressione del voto cittadino. Marinelli si è dimostrato una persona piena di qualità umane, che fa della politica non un mestiere ma un mezzo con il quale dare voce alla collettività. Ci adoperiamo inoltre, con la segreteria cittadina del nostro partito e insieme a tutta la maggioranza, affinché si possa ridare slancio e lustro alla nostra città, con scelte più coraggiose e incoraggianti, con decisioni che scaturiscano da un lavoro costante di cooperazione, e soprattutto di diplomazia fra le parti, che concorrano al bene della società in cui viviamo”. 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log In or Sign Up