Logo
Stampa questa pagina

Il Gal Colline Joniche verso il PSR 2014-2020

A conclusione di una intensa fase di ascolto territoriale dei soggetti pubblici e privati, messa in campo, con la guida del Presidente Luca Lazzaro, dal GAL Colline Joniche, confronto costruttivo che ha consentito l'identificazione delle linee strategiche di intervento e delle progettualità per l'elaborazione della Strategia di Sviluppo Locale e del Programma di Azione Locale 2014-2020, giovedì scorso (18 agosto), alla presenza del Coordinatore del Tavolo dei GAL per la Provincia di Taranto, Alfonso Cavallo, su richiesta dei rappresentanti delle Amministrazioni comunali, si è riunito il consiglio di amministrazione per fare il punto della situazione ed individuare un percorso connesso con la Misura 19 del PSR 2014-2020 della Regione Puglia.

Il CdA ha preso atto del lavoro svolto dal Tavolo GAL Provincia di Taranto composto dalle Associazioni provinciali di Categoria, Confagricoltura, Coldiretti, CIA e Confcommercio sulla base degli indirizzi indicati dalla Regione Puglia con la Misura 19 del PSR Puglia 2014-2020.

Tali indirizzi presentano delle criticità sia a causa del ridimensionamento del ruolo dei Comuni nei nuovi soggetti GAL, dando maggior rilevanza alle Organizzazioni Datoriali Agricole, e sia per la penalizzazione delle aree afferenti l'attuale GAL Colline Joniche con il rischio per la Provincia di Taranto di vedere diminuito il numero degli attuali GAL e, di conseguenza, di vedere ridurre i finanziamenti per l'intero territorio provinciale.

Criticità che se non rimosse, oltre ad impoverire ulteriormente il territorio, vanificherebbero l'immenso sforzo operato in questi anni dal Gal Colline Joniche con la precedente programmazione 2007-2013 a partire dalla "Green Road", un progetto turistico di sistema basato sui principi della Green Economy e del Turismo sostenibile volto alla massima valorizzazione del proprio patrimonio turistico (masserie, gravine, mare, frantoi, chiese), agricolo (oliveti secolari, vigneti, orti-bio) e ceramico.

Non a caso il progetto Green Road, presentato ad importanti eventi internazionali come
EXPO 2015 a Milano, è stato candidato nell'ambizioso programma Interreg V-B Adriatico-Ionico (ADRION) per il periodo 2014-2020, nell'Obiettivo "Cooperazione territoriale europea" che vede la partecipazione di quattro Paesi membri dell'Unione Europea (tra cui l'Italia con 12 Regioni) e 4 Paesi non membri dell'UE.

Attraverso i Bandi pubblici e il finanziamento di progetti d'investimento con risorse complessivi pari a euro 4.607.380, si è creata nuova occupazione consentendo ad oltre 100 beneficiari la realizzazione di agriturismi, masserie didattiche, affittacamere, progetti per il rilancio delle attività turistiche, artigianali, commerciali; al restauro di beni architettonici ed immobili storici, alle attività innovative per i Comuni nel campo civile, sociale e di servizi di trasporto; alla formazione, alla diversificazione delle attività agricole. Inoltre, con la "Regia diretta" il GAL Colline Joniche ha realizzato la Creazione di itinerari naturalistici, enogastronomici, di centri di informazione ed accoglienza turistica.

La realizzazione di sentieristica compatibile con l'ambiente naturale per l'accesso alle aree naturali e alle piccole strutture ricettive e, infine, con sei Progetti di Cooperazione Interterritoriale, valorizzando e promuovendo il territorio, proiettando l'azione del Gal in Italia e all'estero.

Per questo che il CdA del GAL Colline Joniche intende continuare la propria azione a favore dello sviluppo del territorio implementando le azioni messe in campo con la precedente programmazione, anche costituendo una vera e propria "agenzia di sviluppo". Ma anche contribuendo all'interno del nuovo soggetto giuridico, al fianco del Tavolo GAL Provincia di Taranto, nella convinzione che il ruolo dei dodici Comuni, insieme ai soggetti privati e associazioni di categoria, sia determinante per la crescita e lo sviluppo del territorio jonico.

L'obiettivo è quello di stimolare una efficace azione sinergica pubblico-privata per evitare una ulteriore penalizzazione della provincia di Taranto ed ottenere i previsti finanziamenti del PSR 2014-2020 della Regione Puglia che altrimenti andrebbero in altri territori.

 

Nota stampa di Francesco Donatelli, Vice Presidente GAL Colline Joniche

 

Gabriella Miglietta

Una voce in più per la cittadinanza

Email: [email protected]

Progetto realizzato da Cinetyk. Tutti i diritti riservati.