Brindisi, attentato ad una scuola superiore. Muore ragazza 16enne In evidenza

Torna l'ombra della criminilatà organizzata ad oscurare le soleggiate giornate brindisine. Questa mattina alle ore 7:50, presso l'istituto professionale Morvillo-Falcone, tre bombole del gas nascoste da un cartellone pubblicitario sono esplose investendo gli studenti che in quel momento facevano ingresso nella scuola causando il ferimento di circa 10 studenti e la morte di Melissa Bassi, sedicenne originaria di Mesagne. Un'altra ragazza è ricoverata in gravi condizioni in ospedale.

L'istituto, teatro di tanto orrore, sembra esser stato scelto in maniera simbolica dalla Sacra Corona Unita poichè vincitrice tempo fa del premio sulla legalità con la realizzazione di uno spot che recitava "Guarda in faccia la Legalità". Tra qualche giorno (23 Maggio) tutta l'Italia avrebbe commemorato il ventennale della strage di Capaci, ricordando proprio Morvillo e Falcone morti in tale circostanza. Ricordiamo che poche settimane fa la giustizia italiana aveva inferto un duro colpo alla criminalità organizzata brindisini con l'arresto di 16 suoi componenti.

Il popolo della rete è indignato dinanzi a cotanto orrore e chiede a gran voce che vengano adottate misure forti contro queste persone che fanno del terrore la loro arma migliore disseminando dolore e disperazione. Le misure forti sono proprio quelle richieste dal giudece Falcone: potenziamento dei pool antimafia; sequestro immediato dei beni dei mafiosi; esclusione di proventi di attività criminali dalla scudo fiscale; carcere duro per tutti i boss e affiliati di mafia, camorra e 'ndrangheta".

Ultima modifica ilSabato, 19 Maggio 2012 13:14
Vincenzo Quaranta

Editore del portale di informazione online Grottaglie24.it

Umiltà, quella bassa, dolce radice, dalla quale tutte le virtù celestiali hanno origine.

Tommaso Moro

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up