"Olimpiadi In" Latiano. Giovedì 17 maggio le gare sportive e gli spettacoli dedicati ai disabili

 

Come è ormai tradizione, giovedì 17 maggio, si svolgeranno a Latiano, le “Olimpiadi In”, il grande evento nazionale, ricco di giochi, gare sportive e spettacoli per diverse centinaia di cittadini portatori di disagio psichico e fisico, che per ben tre anni ha ottenuto l'alto riconoscimento del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
L’esclusione sociale, il pregiudizio e lo stigma verso le persone fragili non si contrastano con le parole e con le buone intenzioni, sono necessarie azioni e pratiche capaci di coinvolgere cittadini abili e diversamente abili intorno a progetti comuni” è questo il motto che accompagna le Olimpiadi In che coinvolgono ogni anno diverse centinaia di atleti, operatori, familiari evolontari che per un giorno  invaderanno la cittadina di Latiano per affermare i diritti e la dignità dei cittadini diversamente abili, contrastando il pregiudizio, lo stigma e l'esclusione dei più deboli.
Il programma della manifestazione (che verrà presentanta dall'attore e regista Gino Cesaria) prevede alle 15:00 il corteo degli atleti che in un clima di festa e di goliardia sfileranno per le vie della città, accompagnati dal “drago stigma” (mascotte dell’evento), i musicisti e gli sbandieratori. Le Olimpiadi entreranno nel vivo con la IV Maratona Solidale, aperta indistintamente a tutti i cittadini, compresi i bambini delle scuole primarie, con premi riservati alle varie fasce di età e di condizione di salute. La gara, organizzata dalla Cooperativa Sociale “Città Solidale” in collaborazione con l’Anpis, con la Uisp, i Dsm, le Associazioni dei Familiari e le scuole di ogni ordine e grado, si svolgerà nel centro storico di Latiano su un circuito stradale urbano, nei pressi di piazza Umberto I°, per un percorso di circa un km.
A seguire ci saranno i giochi: tiro alla fune, vai a pesca del personaggio, centra il campanaccio...al buio, squadre allo “sbaraglio”. La serata si concluderà con un grande spettacolo allietato da canti popolari, danze folkloristiche, artisti di strada e dal comico Carlo Frisi, imitatore e cabarettista del Bagaglino. Il tutto per testimoniare con azioni concrete, così come Città Solidale ci dimostra da ormai tanti anni, che è possibile vincere il pregiudizio verso le persone portatrici di disagio e sofferenze fisiche e psicologiche, che è possibile realizzare comunità accoglienti dove ciascuno è differente e al contempo uguale nei diritti e nelle opportunità e dove il tratto caratteristico e unificante è il riconoscimento della dignità della persona e la solidarietà verso i più deboli.
Dimostrazione che la follia, condizione della vita, non è una condanna irreversibile, ma può essere domata e vinta purché le persone vengono curate con intelligenza, liberate dalle costrizioni fisiche e chimiche, reinserite nei circuiti della famiglia, del lavoro e della società.
Il messaggio delle "Olimpiadi In" è forte e chiaro e non riguarda solo una fascia di cittadini, ma richiama tutti alla consapevolezza della necessità del cambiamento, della responsabilità, dell’apertura all’Altro. La salute mentale di una comunità è un compito che spetta a tutti, istituzioni, associazioni, imprese, cittadini, non solo ai servizi sanitari e sociali preposti.
 
Queste le associazioni che hanno aderito ai giochi: la cooperativa sociale "Il blue" di Carosino, il centro sociale polivalente per disabili psichici di Oria, la cooperativa sociale "La voce delle onde" (Crap e C.d.) di Fasano, la cooperativa Sol Levante Crap "La ginestra" di Manduria, il Crap Minerva di Turi, il centro diurno Epass di Grottaglie, il centro diurno Reverie di Locorotondo, l'opera Beato Bartolo Longo di Latiano, il Crap Don Tonino Bello "Mitag" di Brindisi, l'Aias di Ceglie Messapica, l'Associazione Itaca di Troia, il Crap San Vincenzo di San Michele Salentino, il Cavs coordinamento associazioni volontariato sociale di Oria e infine la Csm, la cooperativa Seriana 2000 (centro diurno D'Enghien), la cooperativa Spazi nuovi (Crap Tamburi e centro diurno Basaglia) tutte di Taranto
Ultima modifica ilMercoledì, 16 Maggio 2012 15:38
Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up