Logo
Stampa questa pagina

Violentata e costretta a mangiare feci: fermato il suo aguzzino

Un uomo 30enne residente a Nardò (Le), Florea Alexei, è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria e dovrà rispondere delle accuse di sequestro di persona, violenza sessuale e riduzione in schiavitù per aver seviziato la convivente, una badante di 42 anni.

La donna si è presentata nella mattinata di oggi al Commissariato locale con evidenti ferite sul corpo; per questo è stata condotta in ospedale per le cure necessarie. Stando a quanto raccontato dalla vittima, l'uomo l'avrebbe tenuta chiusa in casa 4 giorni per seviziarla e minacciarla.

Dettagli agghiaccianti sono che l'aguzzino le avrebbe intimato di dedicarsi alla prostituzione, le avrebbe tagliati i capelli e, dopo averla percossa, l'avrebbe costretta a mangiare le sue feci riprendendola con una telecamera.

In seguito alla denuncia della donna i poliziotti si sono recati a casa di Alexei dove hanno sottoposto a sequestro un portafoglio contenente 3000 euro, un computer, un cellulare, una penna drive e gli arnesi usati dall'uomo per picchiare la vittima.

Gabriella Miglietta

Una voce in più per la cittadinanza

Email: [email protected]

Progetto realizzato da Cinetyk. Tutti i diritti riservati.