Quando il museo si trasforma in un'aula scolastica: a Lecce un workshop 3D

È possibile che insegnanti e alunni si formino nei musei? La domanda sarà al centro del workshop che si svolgerà dal 14 al 16 settembre nella sala conferenze del MUST, (Museo Storico di Lecce).

Si propone come un'occasione per operatori museali, docenti e studenti di superiori di fare un altro passo nel mondo del progresso con la stampa 3D e l'OBL (Object Based Learning, apprendimento attraverso gli oggetti). Gli interessati potranno imparare a creare modelli 3D e lavorare in gruppo sugli oggetti prodotti, allo scopo di rendere più efficace la "gita al museo" e l'apprendimento di matere scolastiche come la storia dell'arte, il disegno tecnico...
Il seminario, che rientra fra le attività finanziate dal SAC Terre di Lupiae, è organizzato dal FabLab Lecce in collaborazione con il Comune di Lecce, e sarà tenuto dalla prof.ssa Antonella Poce, ricercatrice del Laboratorio di Pedagogia Sperimentale, Centro di Didattica Museale dell'Università degli Studi di Roma Tre. Le sue ricerche sono incentrate perlopiù sulle pratiche innovative di insegnamento a livello nazionale e internazionale.
Il programma del laboratorio prevede tre giorni di incontri. Si partirà il pomeriggio del 14 settembre, alle ore 15, nella sala conferenze del MUST, con un incontro introduttivo riservato a operatori museali e professionisti del settore Beni Culturali, per spiegare in che modo il metodo OBL può essere utile per facilitare la fruizione dei musei ai visitatori. Già in questa fase verranno creati i primi modelli 3D utilizzando lo scanner e software open source. Le due giornate successive, martedì 15 e mercoledì 16 settembre, saranno dedicate alle scuole. La docente incontrerà insegnanti e studenti dell'Istituto "Galilei - Costa" e del Liceo Classico "Virgilio" di Lecce per introdurli all'uso del museo come strumento educativo e all'applicazione delle tecniche di stampa e scansione 3D per la riproduzione di oggetti museali del patrimonio territoriale. Si parlerà del processo che dalla scansione porta alla creazione di un modello 3D più corrispondente possibile alla realtà, e si affronteranno anche tematiche come la marcatura tridimensionale con QRCode e RFID.
Per partecipare alla prima giornata di workshop, prevista per lunedì 14 settembre alle 15, e aperta a operatori museali e professionisti del settore Beni Culturali, è necessaria la prenotazione, inviando una mail a [email protected].

Lucia Motolese

Con la sua anima di piombo e midollo di ghiaccio

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up