Nichi Vendola e abuso di ufficio: assolto

Dopo un'ora di camera di consiglio, la Corte di Appello di Bari ha deliberato l'assoluzione dal reato di abuso di ufficio del Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, e dell'ex dg Asl Bari, Lea Cosentino.


Confermata, quindi, la sentenza di primo grado che aveva prosciolto i due imputati perché il fatto non sussisteva.
Ai due si contestava una irregolarità nel concorso tenutosi tra settembre 2008 e aprile 2009 per la nomina di un primario dell'ospedale San Paolo di Bari, vinto dal professor Paolo Sardelli.
Secondo la Procura di Bari, che ha impugnato la prima assoluzione, Vendola avrebbe indotto l'allora dg Asl Bari, Lea Cosentino, a riaprire i termini per la presentazione delle domande di partecipazione con l'obiettivo di assegnare il posto proprio a Sardelli.
"Sono stato processato, sono stato assolto" afferma Vendola ". Quella assoluzione è stata trasformata in una condanna dai mass media usando strumentalmente una fotografia che raccontava di una occasionale compresenza a una festa di compleanno molti anni prima del processo.
Si compie, dopo cinque anni di turbamento e travaglio, la mia vicenda giudiziaria", conclude il Presidente della Regione Puglia.

Mariaconcetta Calzolaio

Coloro che uccidono gli animali e ne mangiano le carni saranno più inclini dei vegetariani a massacrare i propri simili (Pitagora)

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up