Logo
Stampa questa pagina

Ultrà appicca il fuoco alla casa di alcuni migranti e si costituisce

A Brindisi, nella notte tra il 20 ed il 21 gennaio scorsi, quattro migranti sono rimasti intossicati in seguito ad un incendio di origine dolosa sprigionatosi in una palazzina fatiscente nella quale abitano una decina di immigrati africani.

L'incendio è stato appiccato verso le tre di notte ad alcuni scooter parcheggiati nell'androne e si è propagato poi a tutto lo stabile. Il presunto responsabile, Carmine Gianniello, è un ultras 37enne del brindisino con precedenti penali. L'uomo si è costituito e attualmente si trova agli arresti domiciliari.

Ultima modifica ilGiovedì, 22 Gennaio 2015 10:07
Gabriella Miglietta

Una voce in più per la cittadinanza

Email: [email protected]

Progetto realizzato da Cinetyk. Tutti i diritti riservati.