Oria: accoltella moglie e figlie

Pare non si fosse rassegnato alla fine del suo matrimonio, Rosario Vecchio, il 43enne bracciante agricolo di Oria che la notte tra il 13 ed il 14 agosto ha accoltellato prima la moglie, poi le figlie di 19 e 16 anni. L'uomo ha atteso sotto casa le tre donne che rientravano da una festa iniziando ad inveire contro di loro. Da lì, un forte litigio e l'aggressione. Il Vecchio ha estratto un coltello ed ha iniziato a colpire prima la moglie, Palmina Semeraro, 38enne originaria di Manduria (Ta) e poi le due figlie intervenute per aiutare la mamma. Ad averne la peggio, la ragazza di 19 anni alla quale è stata tranciata
l'arteria di un braccio e che ora si trova ricoverata in prognosi riservata. Per la Semeraro e la figlia minorenne, ferite guaribili in 20-25 giorni. Le donne sono state trasportate dai sanitari del 118 presso l'ospedale "A. Perrino" di Brindisi, mentre l'uomo è stato condotto nel carcere di Via Appia a Brindisi dai Carabinieri della Compagnia di Francavilla Fontana. Per lui l'accusa di tentato triplice omicidio pluriaggravato e porto ingiustificato di strumenti atti ad offendere. Indagini in corso. Posti sotto sequestro il coltello e gli abiti sporchi di sangue del Vecchio.

Ultima modifica ilVenerdì, 15 Agosto 2014 14:40
Gabriella Miglietta

Una voce in più per la cittadinanza

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up