Strage di Orlando, il cordoglio di Arcigay Taranto: “Odio feroce verso un simbolo di libertà”

"Ad Orlando, negli Stati Uniti d'America, più di 50 persone sono state uccise ed altrettante ferite, perché un uomo era stato disturbato dalla visione di effusioni tra due persone dello stesso sesso. A coloro i quali ci domandano a cosa servano i pride, le associazioni lgbtiq, le bandiere e i nastri arcobaleno, le nostre iniziative quotidiane di sensibilizzazione, informazione e formazione, le nostre campagne, i nostri coming out, i nostri ashtag, il nostro metterci la faccia, dico che morte ed estinzione del genere umano sono conseguenze dell'odio (generato dall'ignoranza e nutrito dal silenzio), non delle mille sfaccettature dell'amore e di qualsiasi forma di famiglia a cui esso dia luogo. Hermes Academy Onlus ed Arcigay Taranto sono vicine alle famiglie delle vittime di questa inenarrabile tragedia ed invitano la cittadinanza a partecipare alla manifestazione organizzata in loro memoria il prossimo sabato 18 giugno in Piazza Maria Immacolata alle ore 20.00‪ #‎prayforOrlando ‪#‎loveforOrlando".

 

È quanto scrive Luigi Pignatelli, fondatore e presidente di Hermes Academy Onlus ed Arcigay Taranto, poche ore dopo l'attacco terroristico rivendicato dall'Isis. Di poche ore fa  è la notizia dell'arresto di un terrorista diretto al Gay Pride di Los Angeles.

"Può bastare un piccolo gesto per sensibilizzare: assieme alla bandiera dell'Italia, lasciate sventolare anche le bandiere arcobaleno, contro ogni forma di discriminazione e di odio. #HermesAcademy #ArcigayTaranto #loveforOrlando" - afferma Luigi Pignatelli.

Presidi per ricordare le vittime in tutta Italia

Bologna, 12 giugno 2016 "Leggiamo con orrore della strage che si è consumata la scorsa notte nella discoteca di Orlando": lo dichiara Gabriele Piazzoni, segretario nazionale di Arcigay. Che prosegue "Esprimiamo innanzitutto la nostra vicinanza alla comunità lgbt, colpita da questo attacco, ai familiari e alle persone vicine alle numerosissime vittime. Che si sia trattato di attacco terroristico o di crimine d'odio, la comunità lgbt ricorre come bersaglio esplicito di entrambi i fenomeni: essa viene colpita in quanto destinataria di un odio particolare o perché, come in altri fatti analoghi, rappresentativa dell'esercizio della libertà, in un luogo di divertimento. In questo senso, e in entrambi i casi, si colpisce al cuore una comunità che ha fatto della visibilità e del contrasto alla paura una battaglia quotidiana. Già stasera alle 21.00 assieme ad altre associazioni, Arcigay organizza un presidio nella Gay Street di Roma per ricordare le vittime della strage. Domani altri due presidi ricorderanno le vittime a Milano e a Napoli, dove si trovano due delle sedi diplomatiche degli Stati Uniti in Italia. In altre città si stanno organizzando iniziative analoghe, di cui saranno noti i dettagli nelle prossime ore", conclude Piazzoni.

"La strage di Orlando non ci dovrebbe colpire solo per una questione di vicinanza culturale o di appartenenza a una comunità. La strage di Orlando ci dovrebbe colpire perché è incredibilmente vicina a noi. Adinolfi, Miriano, Gandolfini, le organizzazioni del Family Day, spargono quotidianamente terrore e odio, creando un terreno fertile per cui una strage del genere possa verificarsi anche in Italia. Non è raro ritrovare, nelle loro pagine ed eventi, commenti in cui si inneggia allo stragismo, al pestaggio, ad atti di terrore nei confronti degli omosessuali. Occorre fermarli, con ogni mezzo, prima che un evento del genere si verifichi anche da noi: la miccia è stata accesa da tempo. Ne va della nostra democrazia e della libertà di tutti. Persino la Bibbia, nel Cantico dei Cantici, ci mette in guardia da queste persone: Catturateci le volpi; le piccole volpi che ci rovinano le vigne proprio ora che sono fiorite" - dichiara Davide Giorgi, attivista LGBT.

8548c388-a9d5-4127-9e50-f0622643e65b

 

Cinzia Marangella

"Sometimes you just need to look at things from a little different perspective and you will see the world through new eyes.

A volte hai solo bisogno di guardare le cose da una prospettiva un po' diversa e vedrai il mondo con occhi nuovi"

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up