A Taranto è stato presentato ufficialmente il primo Polo Finanziario dell’Innovazione in Puglia

Questa mattina è stato presentato ufficialmente presso la Sala Monfredi della Camera di Commercio di Taranto, il primo Polo Finanziario dell'Innovazione in Puglia, in materia di Start Up e Crowdfunding.

 

L'incontro dal titolo "Taranto Let's Go" è stata l'occasione per illustrare la prima piattaforma di Equity Crowdfunding del Sud Italia autorizzata da Consob, nata dall'azione sinergica di MuumLab gestore della piattaforma, BCC San Marzano di San Giuseppe banca partner e Finindustria venture capital che ha finanziato (€50.000) la prima start up innovativa del progetto: ProntoVet24, dedicata al servizio veterinario a domicilio.

L'equity crowdfunding è una nuova forma di investimento per le startup innovative. Consente di finanziarle acquistando titoli di partecipazione, cioè azioni o quote di una specifica società, attraverso portali di raccolta online vigilati dalla Consob che si fanno intermediari di una partecipazione dal basso,ma strutturata come un vero e proprio investimento finanziario.

I saluti istituzionali del Presidente della CCIAA di Taranto Luigi Sportelli e del Presidente di Confindustria Taranto Vincenzo Cesareo hanno aperto i lavori.

"L'equitycrowdfunding – ha sottolineato Sportelli - acquista sempre maggiore vitalità (oggi circa 3.700.000 euro raccolti in Italia) diventando un'opportunità concreta per incentivare e sostenere la costituzione di startup e pmi innovative soprattutto nella nostra regione. La Camera di commercio di Taranto è stata la prima in Italia ad aver pubblicato la procedura per la cessione di quote tramite Equitycrowdfunding, dando attuazione all'art.100ter comma 2bis del Testo unico della finanza, secondo cui startup e pmi innovative potranno raccogliere capitali tramite Equity senza gli oneri burocratici derivanti dal ricorso alla figura notarile, semplificazione che potrebbe contribuire ad accelerare la crescita imprenditoriale locale".

Secondo il Presidente di Confindustria Cesareo "una delle leve dello sviluppo di questo territorio è quello di sviluppare e potenziare l'impresa sana, rendendola competitiva ed ecocompatibile. Oggi i nostri sforzi sono stati premiati e continuano ad essere protesi verso questo obiettivo, assieme ad altri impegni che l'associazione porta avanti sul fronte della logistica, sull'investimento nei settori legati al turismo, alla cultura ed all'agroalimentare e su una vision "smart" di città sostenibile, che portiamo avanti col progetto Smart Area. Assieme a questi asset, abbiamo sempre immaginato che un volano fondamentale potesse prodursi nel percorso virtuoso che si crea fra impresa, giovani e innovazione tecnologica, e che Confindustria potesse favorire questo percorso. Ora possiamo contare su un sistema che va consolidandosi e che sta dando risultati tangibili, e che trova la propria ideale attuazione attraverso questo primo Polo finanziario dell'Innovazione. Ci abbiamo sempre creduto; oggi, alla luce dei risultati raggiunti e che si potranno raggiungere, ci crediamo un po' di più".

Sono intervenuti a seguire gli attori protagonisti dell'iniziativa, che hanno deciso di unire le forze per favorire la nascita e lo sviluppo di imprese innovative sul territorio nazionale, partendo proprio da Taranto.

Il direttore generale della Bcc San Marzano, Emanuele di Palma, ha sottolineato il ruolo della Banca in questa operazione, evidenziando come l'istituto di credito tarantino, nei 60 anni di attività sul territorio, ha sempre puntato su innovazione e diversificazione, aprendo le porte a nuovi settori. "Il crowdfunding – ha spiegato di Palma - è una delle principali rivoluzioni nell'ambito dello sviluppo e del finanziamento delle start-up innovative. Un fenomeno con enormi potenzialità di crescita in cui la banca intende investire e dare il suo contributo per evitare la fuga di cervelli dal nostro territorio e dare strumenti efficaci a giovani imprenditori per realizzare idee vincenti. Non a caso presso la filiale di Taranto 1 (Via Pupino) sarà operativo a fine maggio uno "sportello startup" dedicato. A questo si aggiungerà la possibilità per le imprese che accedono all'equity crowdfunding MuumLab di beneficiare di consulenza e conto corrente gratuiti per il primo anno di attività. A Taranto si può fare molto di più – ha concluso di Palma – non bisogna limitarsi a gestire l'esistente ma guardare al futuro con lungimiranza e determinazione".

Paolo Ciccolella, presidente MuumLab ha illustrato il funzionamento tecnologico della piattafroma, spiegandone le potenzialità e le specificità che la rendono tra le più competitive a livello internazionale. "Muumlab – ha sottolineato Ciccolella - è l'unica piattaforma di equity crowdfunding ad aver realizzato un sistema di e-payments per effettuare la raccolta finanziario attraverso pagamenti con carta di credito. Non solo, ha anche previsto un servizio online di cessione di quote da SRL per gestire l'exit degli investitori. Il crowdfunding come strumento di raccolta fondi dal basso – continua Ciccolella - è oggi una delle strade che molti, in particolare startup adottano per cercare finanziamenti. È un'interessante opportunità per avviare un progetto pur disponendo di poco budget, per farlo conoscere e ricevere i primi feedback dal mercato e, in poche parole, per realizzare un sogno che altrimenti rimarrebbe nel cassetto. In Italia – ha concluso Ciccolella – bisogna accelerare il ciclo di vita delle imprese e l'equity crowdfunding è nuovo strumento per raggiungere questo obiettivo".

Maurizio Maraglino, direttore Muumlab ha evidenziato come oggi il ruolo delle startup sia fondamentale nell'ecosistema dell'innovazione. "Il Polo dell'innovazione finanziaria – ha spiegato Maraglino - è nato a Taranto dopo un lungo percorso che va avanti ormai da circa tre anni insieme ai tre enti più importanti che sono Muumlab, la piattaforma di Crowfunding; la BCC di San Marzano di San Giuseppe, la banca innovativa e giovane; e Finindustria venture capital, il fondo di investimanto. Il percorso è quello di affiancare le imprese e le Start Up innovative del territorio, accellerandole e finanziarle. Muumlab vuole diventare un hub per fianziare progetti innovativi per startup e pmi e per contribuire a creare valore. Il nostro obiettivo è quello di accellerrare valore sul territorio e consentire alle imprese del territorio di non abbandonare. Ad oggi, nel registro delle imprese sono circa 6.000 le Start Up innovative iscritte nella sezione speciale, di cui l'80% è composto da fondatori del Sud Italia. Questo è proprio un motivo per non allontanare le nostre creatività fuori dal territorio, ma farle rimanere. Si possono inoltre avere vantaggi fiscali nell'investire in una startup innovativa con le nuove modifiche pubblicate in Gazzetta Ufficiale lo scorso aprile 2016".

Il presidente di Finindustria, Vito Pietro Chirulli, ha illustrato il ruolo di Venture Capital (primo in Puglia) nel finanziamento di ProntoVet24, la prima start up nata dalla sinergia con MuumLab e Bcc San Marzano, spiegando i motivi che l'hanno spinto a fare squadra in questo progetto. "Finindustria promuove e sostiene la nascita e lo sviluppo di start up – ha spiegato Chirulli - ma soprattutto realizza progetti finalizzati alla diffusiione della cultura d'impresa nei settori dell'innovazione, dell'internazionalizzazione e della finanza. Crediamo molto nell'equity crowdfunding e siamo entusiasti di lavorare per migliorare l'accesso ai finanziamenti destinati ad imprenditori che vogliono realizzare nuove idee".

Hanno concluso l'incontro gli interventi i fondatori di Pronto Vet 24, Massimiliano De FLorio e Luca Laporta. "ProntoVet24 offre un servizio di veterinario a domicilio – ha spiegato De Florio, ingegnere gestionale - Il cliente decide quando ricevere a domicilio il servizio che è disponibile 7 giorni su 7 e 24 ore su 24, effettua il pagamento e attende comodamente a casa l'arrivo del Veterinario. Si tratta di un progetto nazionale che parte da Taranto, poiché l'investitore è Tarantino. Il nostro obiettivo è quello di coprire un elenco con 8 città dove ci sono più animali e più veterinari. Da oggi il sito www.prontovet24.com è già attivo per pre-registare veterinari e proprietari di animali. Dal 27 maggio 2016, data in cui saremo ad un congresso internazionale a Rimini, sarà scaricabile l'App e man mano che i veterinari si iscriveranno, potremmo già attivare il servizio. Abbiamo avuto l'idea di creare questo servizio, perché una sera eravamo con degli amici e ci siamo imbattuti nel soccorrere immediatamente il gatto della vicina di casa. Da lì abbiamo cercato se esistesse un servizio di veterianrio a domicilio e ci siamo resi conto che ad oggi non esiste niente di tutto ciò in Europa".

Su come è nato il progetto è intervenuto il medico veterinario, Luca Laporta "Tutto è nato dall'idea di due amici, che hanno voluto soddisfare un'esigenza dei proprietari di animali, che ancora nessuno è riuscito a cogliere nè risolvere. Siamo orgogliosi di rappresentare la prima start up finanziata dalla sinergia di MuumLab, BCC San Marzano e Finindustria e desideriamo con la nostra testimonianza essere un stimolo per avvicinare giovani imprenditori che vogliono realizzare idee innovative".

10c28506-fae9-4905-88a8-efbeb4dd0bf8

b3fa74e4-79db-4d0c-a78d-c98428ade2c0

a91b2fd6-649a-4b2f-ad89-0ab35b314748

Cinzia Marangella

"Sometimes you just need to look at things from a little different perspective and you will see the world through new eyes.

A volte hai solo bisogno di guardare le cose da una prospettiva un po' diversa e vedrai il mondo con occhi nuovi"

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up