"Musica al Museo", Concerto di Meloni e Cuccaro a Taranto

Il primo clarinetto della Scala di Milano incontra il pianoforte.

Prosegue, con un vasto consenso di pubblico e di critica, la rassegna concertistica "Musica al Museo", promossa dall'associazione musicale Domenico Savino di Taranto e dal museo archeologico nazionale di Taranto Marta, in collaborazione con l'istituto superiore di studi musicali Giovanni Paisiello.

Martedì 15 marzo, nella sala mostre del museo archeologico (ingresso da via Cavour 10, Taranto), con inizio alle ore 18 (ingresso alle ore 17.30), si terrà il concerto con i maestri Fabrizio Meloni, primo clarinetto della scala di Milano e Paolo Cuccaro al pianoforte. Il programma prevede musiche di Schumann, Rossini, Bellini, Honegger e Poulenc.

E' il settimo concerto del cartellone curato dai direttori artistici Paolo Cuccaro, Pierpaolo De Padova e Giuseppe Riccio - pianisti, concertisti, docenti e fondatori dell'associazione Domenico Savino - e voluto dalla direttrice del Marta, la dott.ssa Eva Degl'Innocenti, insieme allo stesso sodalizio musicale e al maestro Lorenzo Fico, direttore dell'istituto Paisiello. I promotori ringraziano, per la collaborazione, i club Lions Taranto Aragonese, Taranto Host e Grottaglie.

In programma: R. Schumann: Fantasiestucke Op. 73 per clarinetto e pianoforte (Zart und mit Ausdruck; Lebhaft, leicht; Rasch und mit Feuer); G. Rossini: Fantasia sulla Semiramide; V. Bellini: Fantasia sulla Norma; A. Honegger: Sonatine (Moderé; Lent et soutenu; Vif et rythmique); F. Poulenc: Sonata (Allegro Tristamente; Romanza; Allegro con fuoco).

Si accede al concerto con l'ingresso del biglietto del museo (5 euro – intero, 2,5 euro – ridotto, gratis fino ai 18 anni). Informazioni e prenotazioni ai numeri telefonici 099.4538639; email: [email protected]

"La rassegna concertistica, che proseguirà fino a giugno, è l'esempio di come possa funzionare la rete tra le realtà culturali del territorio, dalla musica al patrimonio archeologico – commentano i tre direttori artistici, i maestri Paolo Cuccaro, Pierpaolo De Padova e Giuseppe Riccio -; i concerti stanno registrando il "tutto esaurito", a dimostrazione che il pubblico ha premiato un cartellone di livello molto alto, che include nomi internazionali e alcuni dei più talentuosi musicisti locali. Si valorizzano la cultura musicale e la musica di qualità e - contemporaneamente - si promuove una realtà, quella del museo archeologico, unica nel Mezzogiorno, per la ricchezza e la preziosità dei reperti, testimonianza della nostra storia magnogreca e romana. Crediamo che questo connubio rappresenti un'esperienza vincente per Taranto, la provincia ionica e la Puglia e ringraziamo i visitatori e gli spettatori per la grande risposta ricevuta".

Gabriella Miglietta

Una voce in più per la cittadinanza

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up