"Meritate di vivere nella merda". Taranto, città nel degrado

Non è passato inosservato, ieri a Taranto, tra via Duca degli Abruzzi e via Principe Amedeo, lo striscione con impressa una frase che ha colpito e che ha destato curiosità e riflessioni, ossia "Meritate di vivere nella merda".

L'intento era, ovviamente, quello di muovere le coscienze degli incivili che, ogni giorno, non curanti della propria città, contribuiscono al degrado della stessa con l'abbandono di spazzatura in ogni angolo di quella zona (e non solo) che solo poco tempo fa venne ripulita dai ragazzi di "Ammazza che piazza".

Lo stato di abbandono della città è evidente. L'immagine dello striscione è subito stata divulgata tramite i social network, dove tantissimi sono stati i commenti di cittadini esausti che hanno aderito a quel forte messaggio.

Pare che non si abbia cura del patrimonio artistico e della natura e che il rispetto, d'obbligo in una società civile, sia solo un miraggio. Ne va della storia e della dignità di tutti: la città non sta facendo, attualmente, una bella figura.

Mancanza di controlli e sanzioni sono le cose maggiormente lamentate dai cittadini corretti. Altri, ancora, invitano gli incivili a lasciare la città non essendo essi degni di viverci.

E chissà perché, proprio quei maleducati quando emigrano negli altri Paesi si attengono alle regole del buon vivere comune.

Ultima modifica ilDomenica, 06 Settembre 2015 20:48
Gabriella Miglietta

Una voce in più per la cittadinanza

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up