Idv Taranto: Minervini mantenga le promesse sull'Aeroporto Arlotta

A poche ore da quello che potrebbe essere un passaggio politico cruciale per la riapertura dell'Aeroporto Arlotta di Grottaglie ai voli civili, Giovanni Palumbo, Commissario cittadino dell'Italia dei Valori del capoluogo jonico indirizza, con una nota stampa, un monito all'assessore regionale ai trasporti Guglielmo Minervini.

"Oggi è un giorno importante per Taranto: nello stesso istante testerà la voglia della giunta regionale di credere in questa provincia e nello stesso tempo potrebbe finalmente rilanciare le proprie ambizioni di crescita. Oggi, infatti, l’assessore regionale ai trasporti Guglielmo Minervini prenderà parte ai lavori della V commissione sui trasporti. All’ordine del giorno c’è il “Piano di sviluppo dell’aeroporto di Grottaglie” ma, soprattutto, c’è un bivio per l’assessore e l’intera giunta che in quel momento rappresenterà. L’idea di redigere tale cronoprogramma in favore delle ambizioni tarantine, infatti, non nasce direttamente dai consiglieri regionali ionici. Questi ultimi si erano resi protagonisti di un ordine del giorno in Consiglio Regionale che prevedeva, tra le altre cose, lo stanziamento di un milione di euro per i voli cargo e l’attivazione di voli Ryanair con scalo a Grottaglie. Una proposta prestigiosa che, qualora fosse stata discussa ed approvata, avrebbe in un solo istante cancellato almeno una parte delle nubi di chi considera Vendola & Co. baricentrici nel governo della Regione. Ciò non è avvenuto con grande rammarico per i movimenti e le associazioni, ma anche alcuni partiti (l’Idv ionica è in prima linea in questa battaglia), che da anni rivendicano il taglio dei lacci e dei lacciuoli che impediscono alla pista grottagliese (fra le più grandi in Europa) di affermarsi sia a livello cargo che per i voli passeggeri. I consiglieri ionici ritirarono l’emendamento in seguito alla promessa da parte di Minervini di un Piano per lo sviluppo dell’Arlotta. E’ giusto ricordare che in quella occasione importanti risorse sono state destinate all’aeroporto di Bari e di Foggia. In virtù di tali premesse, l’incontro di oggi si prefigura sia determinate per la valutazione della serietà dell’assessore Minervini sia per una analisi più chiara dell’idea di trasporto in seno alla Regione Puglia. L’auspicio dell’Italia dei Valori di Taranto non può che essere rivolto ad ogni singolo componente della commissione, che tiene a cuore le sorti di Taranto, e soprattutto ai consiglieri tarantini: non accettate alcun compromesso al ribasso. In troppi settori la città dei due mari ha pagato dazio alle ambizioni di altre province pugliesi (l’ultima volta sui treni con l’alta velocità Bari-Napoli che passerà da Foggia e non da Taranto). Senza voler fare retorica o una rivendicazione fine a se stessa, noi dell’Italia dei Valori auspichiamo che dall’incontro di oggi emergano proposte serie di sviluppo che vadano oltre l’iniziale proposta dei consiglieri regionali ionici dello stanziamento di un milione di euro. Basta guardare come Aeroporti di Puglia abbia penalizzato lo scalo ionico per rendersi conto di quanto doveva essere investito qui invece che altrove. Anche i soldi intercettati nelle linee di finanziamento comunitarie per Grottaglie, sono state presto ‘dirottate’ su Brindisi in nome di un fantomatico Grande Salento. L’Italia dei Valori di Taranto richiede con forza che vengano vagliate tutte le strade affinché l’aeroporto di Grottaglie veda sfruttate al massimo le proprie possibilità. Voli civili e cargo, dunque, ma anche attività di manutenzione degli aerei e tutto ciò che una pista come la nostra (per la quale sono stati spese notevoli risorse pubbliche) può ospitare."

Redazione

La Redazione di Grottaglie 24: un team affiatato di giovani, in continuo movimento e sempre alla ricerca di nuove risorse. Notizie, eventi, community e tanto altro ancora.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up