Taranto: 26enne incensurato agli arresti domiciliari per maltrattamenti

Ennesimo episodio di maltrattamento nel tarantino.


Questa volta è proprio la città di Taranto a fare da sfondo alle violenze ai danni di una giovane donna.
Nella mattinata di ieri, giovedì 19 febbraio, un carabiniere libero dal servizio è stato avvicinato da una donna in evidente stato di agitazione che gli ha chiesto le indicazioni stradali per la caserma dei Carabinieri. I due sono stati subito raggiunti dal convivente della donna, un 26enne incensurato: dopo aver strattonato la stessa fino a farla cadere per terra e provocarle lo strappo del giubbotto, il giovane ha intuito di avere di fronte un carabiniere e si è dato alla fuga.
Il militare ha così condotto la vittima negli Uffici del Comando Provinciale per poi dare il via alle ricerche dell'aggressore, bloccato nei pressi della stessa caserma.
Ricostruita la vicenda, il 26enne è stato sottoposto agli arresti domiciliari e alla donna, protagonista da oltre un anno di episodi di violenza, è stata garantita l'assistenza del centro antiviolenza tarantino "Sostegno Donna", opportunamente allertato.

Mariaconcetta Calzolaio

Coloro che uccidono gli animali e ne mangiano le carni saranno più inclini dei vegetariani a massacrare i propri simili (Pitagora)

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up