Ilva, Taranto bloccata. E la protesta andrà avanti anche a Roma

Quarta settimana di protesta per i camionisti dell'indotto Ilva, i quali reclamano il pagamento dei crediti vantati nei confronti del siderurgico di Taranto.

Dalle ore 9 di questa mattina 50 tir si stanno spostando sulle statali 100 e 106 per dirigersi verso la città e raggiungere il Municipio. I camionisti chiedono di poter incontrare il Prefetto e il Sindaco di Taranto, ai quali vogliono consegnare le chiavi dei loro mezzi. Gli autotrasportatori, che non percepiscono le retribuzioni da mesi, pretendono garanzie immediate sui loro crediti. In mancanza di risposte, secondo quanto annunciato dai rappresentanti della categoria, ''si arriverà al blocco totale delle forniture''.

Gli incolonnamenti dovrebbero bloccare le strade della città vecchia, la ringhiera del lungomare e il ponte girevole.

Tra mercoledì e giovedì, inoltre, gli autotrasportatori bloccheranno il grande raccordo anulare a Roma e venerdì manifesteranno, insieme ad  imprenditori, in piazza Montecitorio.

Ultima modifica ilMartedì, 10 Febbraio 2015 10:31
Gabriella Miglietta

Una voce in più per la cittadinanza

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up