Via allo spin-off: presentazione di "Venditori di fumo" di Giuliano Pavone

La provincia si mobilita sul fronte culturale grazie anche all'associazione di Promozione Sociale ACSI ERIS e l'ACSI Prometeo Video Lab, che, nell'ambito delle attività promosse dal Laboratorio Urbano Mediterraneo di San Giorgio Jonico, propongono uno spin-off della rassegna "Letture a km 0 - la cultura a filiera corta".

Questa si prefigge il compito di dar voce ad autori locali, mediante la presentazione delle loro ultime opere.
Il primo incontro avverrà lunedì 29 dicembre, data in cui verrà presentato il nuovo saggio "Venditore di fumo. Quello che gli italiani devono sapere sull'Ilva e su Taranto" (Barney Edizioni - 2014), dello scrittore e giornalista freelance Giuliano Pavone, a cui si aggiungerà l'intervento di Rosa Colucci, direttrice di "ExtraMagazine". Pavone nasce a Taranto, ma conosce la realtà milanese in cui vive. Dovrebbe indi essere ben cosciente quando discute della "tragedia silenziosa, schiacciata sotto il peso del ricatto occupazionale e di <<relazioni pericolose>>", ovvero di quella bomba ad orologeria - forse scoppiata -, che è l'Ilva. Questo saggio si propone quindi di far luce sugli aspetti su cui verte la disinformazione, o meglio, l'informazione distorta, e d'indagare a fondo sui rapporti tra politica, potere economico, giustizia e mass medias. L'Ilva diviene dunque "il terreno su cui si misurano le vere priorità e la credibilità del nostro paese". L'incontro in cui verrà narrata questa "storia profondamente italiana, fatta di grandi opere e grandi omissioni, di scelte avventate e di malaffare, di cinismo e umanità, ignavia ed eroismo", tanto più appassionatamente quanto più implicitamente, avrà luogo lunedì 29 dicembre alle 19:00 presso il Laboratorio Urbano Mediterraneo di San Giorgio Jonico (accanto all'Ufficio Postale), e si potrà partecipare gratuitamente.

Lucia Motolese

Con la sua anima di piombo e midollo di ghiaccio

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up