Una paracadutista in famiglia Latorre: Marò orgoglioso della figlia Giulia

E' avvenuta negli scorsi scorsi, a Montemesola, la cerimonia nella quale sono stati consegnati i brevetti da paracadutista, ottenuto anche da Giulia Latorre, figlia del Marò Massimiliano. Il cerimoniale, avuto inizio con un minuto di silenzio per i militari caduti in guerra, è stato curato dal presidente provinciale di Taranto dell'Associazione Nazionale Paracadutisti d'Italia, Francesco Cardone.
Alla cerimonia hanno partecipato anche le autorità civili, religiose e militari, tra cui l'Ammiraglio Potenza, pilota e paracuditista, il Tenente di Vascello, l'ingegner Stefano Bonelli, come organo sostitutivo del Sindaco, l'assessore comunale, Santoro e come rappresentanza della scuola la professoressa Grazia Blasi.
Durante la cerimonia, il presidente Francesco Cardone ha spiegato quanto sia difficile ma allo stesso tempo importante avere un brevetto da Paracadutista e ha proseguito nel suo discorso enunciando ai neo-paracadutisti che ci saranno altre prove dopo l'arruolamento nelle FFAA le quale dovranno essere superate con coraggio, responsabilità e con la consapevolezza di eseguire sempre la volotà del popolo italiano tramite i suoi rappresentanti.
Non ha nulla da dire il Marò Latorre, padre della neo-paracadutista, orgogliossissimo del successo di sua figlia Giulia. Avrebbe tanto voluto condividere questa sua gioia presenziando alla consegna ma per ovvie ragioni di salute, non ha potuto esserci.
Autorità civili, militari, religiose e tutti, hanno voluto infine, testimoniare la vicinanza ai Marò Massimiliano Latorre e Salvatore Girone e alle rispettive famiglie e hanno augurato, in conclusione, di affrontare con fiducia e coraggio il loro futuro affinchè possano arrivare presto a portare le "stellette" militari.

Marialucia Magazzino

E' così difficile descrivere ciò che si sente quando si sente che si esiste veramente, e che l'anima è un'entità reale, che non so quali sono le parole umane con cui possa definirlo.

Fernando Pessoa

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up