Omicidio di Faggiano: l'assassino ha agito per soldi

Cosimo D'Aggiano, il pluripregiudicato 45enne di Sava, reo confesso dell'omicidio di Cataldo Pignatale, l'ingegnere elettronico di 43 anni il cui corpo è stato ritrovato massacrato pochi giorni fa nelle campagne di Faggiano avrebbe agito per denaro.
L'uomo con problemi di tossicodipendenza, ha ucciso il Pignatale molto probabilmente per procurarsi i soldi per l'acquisto di cocaina.
Il corpo della vittima pieno di ferite procurate da un taglierino, era stato ritrovato denudato al solo fine di ritardarne l'identificazione.
Già arrestato in passato per il tentato omicidio di una prostituta nigeriana, l'assassino che stava scontando l'ultimo anno di pena ai servizi sociali, si trovava a piede libero.
Un'altra brava persona che paga i conti di una giustizia che tanto giusta pare non essere.

Gabriella Miglietta

Una voce in più per la cittadinanza

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up