"Dirty soccer": ennesimo scandalo del calcio italiano

C'era una volta il calcio, da molti considerato lo sport più bello del mondo, lo sport in grado di appassionare milioni di persone le quali, almeno per novanta minuti, accantonavano i problemi per dedicarsi ad un pomeriggio di tifo. Il calcio: lo sport in grado di regalare, nel giro di pochi attimi, gioie o delusioni..

..eppure, l'essenza di quello che il calcio dovrebbe essere, nel corso degli anni, è andata via via scemando; e non importa se l'ennesimo scandalo del calcio nostrano si chiami "Calciopoli", "Last Bet", oppure "Dirty Soccer", quello che dovrebbe far riflettere è che, indipendentemente dalla denominazione, si giunge sempre ad un punto di non ritorno.

Durante Taranto-Atletico Roma, gara valevole per la semifinale d'andata dei playoff di prima divisione, stagione 2010/2011, i supporters rossoblù esposero un eloquente striscione, in risposta all'operazione "Last Bet": "Calcio scommesse e club penalizzati, sono falsati i risultati: annullate i campionati"; ripetiamo: che sia "Last Bet", o che sia "Dirty Soccer", la sostanza non cambia.

Diversi i personaggi coinvolti nello scandalo; la squadra mobile di Catanzaro contesta loro di aver truccato diversi incontri tra serie B, Lega Pro e Serie D. Cosa accadrà ora? L'ideale sarebbe applicare pene esemplari, per provare, finalmente, a ripulire il nostro calcio, ma si teme che tutto, come al solito, possa risolversi in un nulla di fatto; gli arrestati, al momento, sono una cinquantina, ma siamo pronti a "scommettere" che, dietro ad ognuno di loro, se ne nascondano, forse, tanti altri, che magari, in questo preciso istante, continuano a progettare diversi modi per guadagnare in maniera "sporca".

Oggi, ancora una volta,il calcio italiano ha perso, ma a soffrirne saranno, come sempre, i tifosi, coloro che, a mente fredda, ripenseranno a tutte quelle gioie e delusioni che una partita di calcio ha dato loro, ma che, magari, erano già tutte decise all'interno di uno spogliatoio.

Vito Di Noi

Ogni giornalista possiede valori etici, dettati sopratutto dal rispetto di sè stessi e dalla professione. Il suo ruolo è far sì che gli altri non abusino del potere.

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up