Degrado urbano a Grottaglie: la parola al cittadino

Riceviamo e pubblichiamo in maniera integrale le dichiarazioni del Sig. D. Corrente circa il nostro articolo sul degrado della scalinata in via Leonardo da Vinci di Grottaglie.

"Sappiamo benissimo a cosa è dovuto il degrado in quella zona: i residenti. Partendo dal fatto che non sono razzista e non discrimino chi è diverso (cultura/etnia). Quello è un punto nevralgico per le fermate dei pullman che portano in campagna, e questo è un dato che conosciamo tutti abbastanza bene. Il fatto è: vi è mai capitato di passare da quelle parti nelle prime ore dell'alba o del primo pomeriggio? Ecco, avete mai fatto caso alle donne che salgono e scendono da quei pullman? È chiaro che si tratta di donne di etnia rom e/o albanese, (non sto giustificando il comportamento del grottagliese medio che pensa di essere superiore solo perché natio di questa terra), voglio solo dire che sono donne che, come è stato riportato nell'articolo lasciano bottiglie, carte, avanzi di cibo ecc. sui bordi delle strade.. Provate a passare alle 14/15 di un qualunque giorno e vedrete le stesse donne che con totale nonchalance si lavano i piedi ad una fontana pubblica, il che mi ha lasciato parecchio indignato, più e più volte. È noto che in quella zona non è difficile riscontrare un enorme numero di persone di diversa nazionale che "scambiano" un luogo pubblico per un punto di "rinfresco". Le scritte sui muri sono un altro conto, un altro scempio di un bene comune. Ma in 19 anni della mia vita qui a Grottaglie, mi chiedo: possibile che nemmeno una pattuglia passi a controllare quella zona, che se vogliamo dirla tutta, è a meno di 100 metri dal comune? Possibile che nessuno non abbia mai visto nulla?
Ci tenevo a esprimere un mio parere personale e a condividere più informazioni possibili affinché questo DEGRADO venga fermato. Cordiali saluti, D. Corrente"

 

Redazione

La Redazione di Grottaglie 24: un team affiatato di giovani, in continuo movimento e sempre alla ricerca di nuove risorse. Notizie, eventi, community e tanto altro ancora.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up