Fiera del Levante: il Gal Colline Joniche presenta modello di sviluppo eco-sostenibile

Il 14 Settembre alle ore 11:30, gli 11 comuni del Gal Colline Joniche, all'interno del Padiglione Agrimed presso la Fiera del Levante, presenteranno la mappa del nuovo modello di sviluppo eco-sostenibile della provincia di Taranto.

 

Colline Joniche: Terre in Movimento, questo il titolo apposto su tale iniziativa; questa è l'impronta che gli 11 comuni della provincia di Taranto (Carosino, Faggiano, Crispiano, Grottaglie, Monteiasi, Montemesola, Pulsano, Roccaforzata, San Giorgio Jonico e Statte) segnano sul percorso del cambio di passo che questa parte di Puglia sta compiendo puntando sulla sua ruralità ritrovata, sull'eno-gastronomia di qualità, sul turismo ma anche sulle sue radici storiche, come testimoniano i progetti collegati al fenomeno della migrazione dei Pugliesi nel Mondo e il lavoro di mappatura degli antichi Cammini che intersecano la Green Road.

Dopo l'evento presso l'Expo 2015 di Milano con le Ceramiche antiche e quelle d'uso, il GAL Colline Joniche torna in Puglia con eventi di varia natura: dai convegni di carattere scientifico, a seminari tecnici, passando per laboratori di degustazione e conoscenza delle nostre materie prime.

Il programma dettagliato di Colline Joniche Terre in Movimento sarà presentato da Antonio Prota, presidente del GAL Colline Joniche, che in conferenza stampa potrà contare sulla presenza di Gianluigi Cesari, direttore scientifico di NEPRI srl e ricercatore IAMB (Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari), e dell' Assessore regionale all'Industria turistica e culturale, Gianni Liviano.

Coordina l'incontro con la stampa il direttore del GAL Colline Joniche, Rocky Malatesta.

Seguirà laboratorio di degustazione nell'area show-cooking delle Masserie Didattiche di Puglia.

Ultima modifica ilDomenica, 13 Settembre 2015 22:45
Marialucia Magazzino

E' così difficile descrivere ciò che si sente quando si sente che si esiste veramente, e che l'anima è un'entità reale, che non so quali sono le parole umane con cui possa definirlo.

Fernando Pessoa

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up