Il degrado di via Crispi

Via Crispi, una via storica per la città di Grottaglie, il centro del quartiere delle ceramiche e che costeggia il tanto amato castello dai grottagliesi. Forse l'unica "attrazione" per i turisti che arrivano da tutta Europa per guardare l'arte della ceramica e non solo.

Una via che dovrebbe essere il fiore all'occhiello della nostra piccola realtà. Eppure via Crispi è tutt'altro che curata. Infatti vie è una porzione di strada che da anni è divenuta ormai l'urinatoio per eccellenza nelle serate grottagliesi, ma non solo.

L'inciviltà e il vandalismo fanno da padroni e a nulla servono gli sforzi delle famiglie che sono costrette a sopportare tutto ciò che accade sotto i loro occhi, con la puzza che entra dalle finestre delle proprie case e costrette a schivare addirittura gli escrementi quando escono di casa.

Tutto ciò anche grazie alla presenza di alcune strutture pubbliche che rendono alcuni punti ottimali per appartarsi e non essere sotto gli occhi di tutti. Questa è la situazione che vivono i residenti. Appena cala il sole i bar intorno cominciano a riempirsi, causando schiamazzi, grida, invadendo le strade e parcheggiando sui marciapiedi non permettendo neanche di poter entrare nelle proprie case.

E come se non bastasse, alla fine della serata, i portoncini vengono scambiati per bagni a cielo aperto e non solo per svuotare liquidi. Le bottiglie lasciate davanti all'ingresso, cocktail versati sui gradini ecc. Ma il disagio per queste famiglie non è solo notturno; perchè la mattina presto, gli spazzini dovrebbero passare e pulire tutto. Bene. Dovrebbero. Infatti nonostante le tasse comunali aumentano anche per loro, quel piccolo tratto di via Crispi sembra quasi dimenticato dagli operatori (impegnati forse in altri lavori?) che dovrebbero invece averne cura. Capita che le bottiglie rimangano li per giorni, che l'odore sgradevole dei bisogni umani si impregni sulle mura senza che nessuno faccia nulla. Anzi. Senza che chi dovrebbe fare qualcosa faccia qualcosa. Infatti per cercare di far rimanere quel poco di decoro che rimane sono gli stessi abitanti che la mattina si rimboccano le maniche e cercano di pulire quel che possono.

Tutto ciò è stato oggetto di ripetute denunce al comune, centinaia di richieste d'aiuto senza che mai nessuno se ne sia mai interessato. Ma non solo. Infatti, cosi come le precedenti, questa amministrazione comunale , che tanto ha promesso in sede di campagna elettorale, addirittura pare mettersi contro anche la volontà delle famiglie che vogliono a spese loro, senza attingere minimamente alle casse comunali, cercare di fare le opere necessarie per rimuovere il disagio.


Speriamo che l'amministrazione comunale voglia accogliere il grido d'appello dei residenti di via Crispi, di cui questa volta abbiamo davvero sentito il dovere di farci da altoparlante.

Ultima modifica ilSabato, 25 Ottobre 2014 00:23
Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up