Emergenza Xylella Fastidiosa

Da circa un anno, nella provincia di Lecce, sono stati segnalati numerosi casi di disseccamento di piante di ulivo.

Il fenomeno, studiato dal Servizio Fitosanitario della Puglia con il supporto dell'Università degli Studi di Bari ed il CNR ha individuato le cause in un mix di agenti parassiti che associati costituiscono il "Complesso del disseccamento rapido dell'olivo (CoDiRO)". Uno dei componenti più aggressivi di tali agenti è la Xylella Fastidiosa, un batterio che determina disseccamenti estesi della chioma o dell'intera pianta. Oltre agli ulivi può colpire le piante di vite, pesco, mandorlo ed agrumi. La sua diffusione, pur non creando allarmismi inutili, può minacciare anche i nostri uliveti, ed è per questo motivo che la Conferenza Stato Regioni, presieduta dal Sottosegretario alle politiche agricole Giuseppe Castiglione, ha espresso ieri un parere favorevole sul decreto relativo alle misure di emergenza per la prevenzione, il controllo e l'eradicazione della Xylella fastidiosa nel territorio nazionale.

Le azioni contenute nel decreto, approvate in sede di Comitato Fitosanitario Nazionale con il supporto del Comitato tecnico-scientifico, forniscono un importante strumento per la gestione dell'emergenza fitosanitaria.

Al fine di prevenire la diffusione di questo pericoloso batterio nella nostra provincia è necessaria la partecipazione di tutti gli agricoltori, eventuali casi di Xylella Fastidiosa dovranno essere tempestivamente comunicati al Corpo Forestale dello Stato (numero verde 1515) per l'immediata individuazione delle "zone infette" e "zone cuscinetto"

Ultima modifica ilSabato, 27 Settembre 2014 09:23
Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up