Ennesima buca per l'amministrazione di Grottaglie

Strade dissestate, blatte e topi? Ecco l'altra parte della medaglia di Grottaglie, città non solo della Ceramica, turismo, orecchiette e vino, ma anche di un'amministrazione Comunale pigra e flemmatica. Non da meno gli Uffici comunali che funzionano in parte e male.

Recentemente, attraverso l'utilizzo di un social network, Mario Petraroli, cittadino grottagliese nonchè residente nel centro storico di Grottaglie, ha giustamente fatto notare i vari dissesti presenti in Via Corrado Mastropaolo a seguito di lavori per la riqualificazione di un tratto di strada.

Autorizzati dal Comune e condotti da personale qualificato, i lavori sono stati ultimati ma il tratto di strada, precedentemente formato da una tipologia di mattoni antichi successivamente frantumati per effettuare i lavori, è stato riempito da scarti di sabbia e terra senza essere ripristinato a modo, danneggiando l'immagine della strada e del centro storico.
In tutto questo tempo trascorso vari reclami sono stati effettuati e indirizzati ai vari Amministratori Comunali, ma tutto è rimasto invariato.

Episodio analogo è accaduto anche in una ulteriore zona del centro storico, precisamente nei pressi di via Santi Pietri e Paolo, in cui sono stati svolti ulteriori lavori di riqualificazione stradale, ma ancora ad oggi, la strada non è stata ancora asfaltata.
Nella speranza che tutto si possa risolvere nel più breve tempo possibile, preghiamo gli amministratori comunali di competenza, tra cui il sig. Alfonso Annicchiarico, assessore ai Lavori Pubblici, di risolvere prontamente queste situazioni alquanto rilevanti per l'immagine del nostro borgo ma anche per eliminare qualsiasi problema che potrebbe venire a crearsi dato il dissesto stradale.

Ultima modifica ilGiovedì, 04 Settembre 2014 20:12
Marialucia Magazzino

E' così difficile descrivere ciò che si sente quando si sente che si esiste veramente, e che l'anima è un'entità reale, che non so quali sono le parole umane con cui possa definirlo.

Fernando Pessoa

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up