Attivisti tarantini accudiscono e proteggono uova di "Caretta Caretta", si attende la schiusa

I volontari del WWF di Taranto stanno proteggendo e accudendo delle uova deposte da un gruppo di "Caretta Caretta" trovate lo scorso 27 luglio in un tratto di spiaggia libera sul litorale di Campomarino, Maruggio, in provincia di Taranto. Alcuni dei numerosi gusci trovati sulla spiaggia erano stati già rotti inconsapevolmente dai bagnanti o da improvvise mareggiate, mentre le uova ancora intere, precisamente 21 delle 80 trovate in principio, sono state messe al sicuro dagli attivisti dell'associazione ambientalista e da tanti altri volontari che sorvegliano il campo giorno e notte per evitare che i vandali le distruggano.

Gli attivisti non attendono altro che la schiusa delle uova prevista tra la fine del mese e la prima settimana di settembre."Con loro si aprirà una nuova speranza per una parte della provincia baciata da una natura meravigliosa - comunica Favio Millarte del WWF di Taranto - Con la fuga verso il mare delle piccole "Caretta Caretta", non finisce il periodo di cova, ma inizia un nuovo progetto di tutela che deve permettere a questi animali di proseguire a esistere e tornare a depositare le uova nello stesso posto, come succede da milioni di anni".

Una meravigliosa esperienza che si ripete per la seconda volta. Il primo ritrovamento è avvenuto nel 2011 sulla spiaggia dei "Sette colori" di Campomarino, in cui si contarono circa 76 uova di tartaruga marina. In quel ritrovamento il WWF aveva lanciato l'iniziativa "Segui le tracce" per coinvolgere i frequentatori delle spiagge nell'individuare la presenza delle tartarughe e tutelarla assieme degli esperti. Visto il secondo ritrovamento, quest'anno, dovremmo noi tutti salvaguardare l'ambiente che ci circonda proteggendo il più possibile l'ecosistema da ogni tipo di aggressione iniziando a rispettare l'Art. 32 della Costituzione il quale ci enuncia:
"Proteggere l'ambiente che ci circonda vuol dire proteggere la nostra salute e quella degli altri".

Ultima modifica ilGiovedì, 28 Agosto 2014 12:56
Marialucia Magazzino

E' così difficile descrivere ciò che si sente quando si sente che si esiste veramente, e che l'anima è un'entità reale, che non so quali sono le parole umane con cui possa definirlo.

Fernando Pessoa

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up