Apulia In evidenza

 

La Puglia hanno provato in tanti a raccontarla.
I forestieri difficilmente hanno avuto parole buone per una regione che  veniva considerata come arretrata, i contadini.
Eppure, il tacco dello stivale adesso mostra la sua essenza attraverso il cinema, alla narrativa, alla musica e con la politica.
 
È una regione in cui ogni provincia si fa diversa.
C’è la Puglia dell’infinita pianura del Tavoliere, che si estende per 3000 chilometri ed è appena ondulata, e quella del Gargano, promontorio calcareo fatto di querce e di faggi.
La Puglia del Subappenino Dauno, le Murge che sono perlopiù brulle con antichissime rocce che escono fuori dai pascoli e dai campi di cereali, la distesa di trulli della Valle d’Itria. La città industriale,  Taranto, che vive adesso il suo momento più delicato. E poi il Salento, con le sue tradizioni che resistono, almeno fino adesso, alle invasioni estive.
 
Radio3 e Passioni propongono con Apulia a cura di Flavia Piccinni un itinerario inedito attraverso una delle più affascinanti regioni d’Italia seguendo quattro particolari viaggiatori che, in epoche diverse, hanno visitato queste terre e ne hanno raccontato la storia, l’architettura, i tempi e i cambiamenti.
 
Se la Capitanata e il Gargano verranno raccontati seguendo idealmente “Pellegrino di Puglia” (Bompiani) di Cesare Brandi, Bari e la Murgia troveranno la loro voce attraverso le parole di Raffaele Nigro in “Viaggio in Puglia” (Laterza).
Per Taranto il filo conduttore sarà quello di Guido Piovene e di “Viaggio in Italia” (Garzanti), mentre la particolare guida del Salento sarà Pier Paolo Pasolini e il suo suggestivo cammino raccontato ne “La lunga strada di sabbia” (Mondadori).
A completare questo affascinante percorso attraverso la storia e la quotidianità di una regione, ma anche attraverso la sua musica e le sue tradizioni, ci saranno testimonianze inedite a personaggi di spicco – archeologi, scrittori, musicisti, politici, editori, registi – che racconteranno come, parafrasando Cesare Brandi, viaggiare in Puglia “non è un viaggio, ma tanti viaggi insieme”.
 
Apulia di Flavia Piccinni.
In onda sabato 13 e domenica 14 ottobre alle 10.50 nel programma Passioni a cura di Cettina Flaccavento con regia di Ornella Bellucci.
 
La prima puntata – sabato 13 ottobre
 
I due mari
 
“Il meglio della vita di Taranto è all’aperto, sulla banchina, tra la muraglia delle case della città vecchia e il Mar Piccolo. È uno dei posti più vivaci dell’Italia del Sud, e non saprei trovarne di paragonabili. Il suo porticciolo orientale è uno dei miei migliori ricordi italiani; e così nell’insieme il ricordo di Taranto, città di mare tersa e lieve, tanto che passeggiandovi sembra di respirare a tempo di musica”. Scriveva così Guido Piovene nel 1952, mentre percorreva tutta la Penisola per comporre Viaggio in Italia (Garzanti).
Cinquant’anni dopo, racconteremo Taranto attraverso il cinema grazie ad Antonella Gaeta, presidentessa dell’Apulia Film Commission, attraverso le tradizioni della Settimana Santa con la storica famiglia tarantina dei Sangermano, attraverso il polo industriale e l’Ilva con i ricordi e le parole di due giornalisti e scrittori tarantini, Alessandro Leogrande e Angelo Mellone, ma anche attraverso le parole di un operaio che racconta la sua storia, pur volendo restare anonimo.  
 
La Seconda puntata – domenica 14 ottobre
 
Il tacco
 
“Lo sperduto Salento, severo come una landa settentrionale, coi suoi paesi greci in sciopero secolare; poi l’esplosione di Brindisi, la più caotica, furente, rigurgitante delle spiagge italiane; lo stupendo Otranto e Ostuni, le città del silenzio del Sud”. Sono queste le parole con cui Pier Paolo Pasolini, partito a bordo della sua Milleccento per raccontare le coste italiane per la rivista Successo, racconta il Tacco d’Italia. E così, attraverso Grottaglie e Ceglie Messapica, per arrivare a Otranto e, infine, a Santa Maria di Leuca continua il viaggio nel cuore della poesia, degli ulivi, della pizzica e delle tradizioni salentine.
Ad accompagnare le parole di Pasolini e del suo “La lunga strada di sabbia”, ci saranno lo scrittore e giornalista Alessandro Leogrande; Antonella Gaeta, presidentessa dell’Apulia Film Commission; il sindaco di Ceglie Messapica  Luigi Caroli; l'assessore di Ceglie Messapica Angelo Palmisano; il maestro ceramista Mimmo Vestita; l’archeologo Simone Mirto; lo scrittore Omar Di Monopoli.
 
Flavia Piccinni (Taranto, 1986) vive a Roma. Nel 2005 ha vinto il Premio Campiello Giovani. Ha curato due antologie, e pubblicato i romanzi Adesso Tienimi (Fazi, 2007) e Lo Sbaglio (Rizzoli, 2011). Collabora con numerosi giornali e radio. Il suo ultimo libro, il saggio di ’ndrangheta La mala vita, è uscito a metà settembre per Sperling&Kupfer. 
 
 
Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up