Festival Città delle Ceramiche: Daniela Quacquarelli a Grottaglie

Domani, giovedì 28 luglio, Daniela Quacquarelli chiuderà la terza edizione del "Festival Città delle Ceramiche" con il suo "Piano Recital - da Haydn a Brahms, passando per Chopin".

 

L'appuntamento è per le ore 21:00, al castello episcopio di Grottaglie, con ingresso gratuito e prenotazione obbligatoria. Sono solo 100, infatti, i posti messi a disposizione dall'amministrazione comunale per il concerto all'interno del castello. Sarà possibile prenotare la partecipazione ai concerti, contattando i numeri 3407949618 e 3392360993.

Sei gli appuntamenti che hanno caratterizzato la rassegna musicale, promossa e organizzata dall'associazione musicale Domenico Savino di Taranto, in collaborazione con il Comune di Grottaglie: "l'antologia...colonne sonore" con Francesco Greco e la sua ensemble; "il talento... in scena, con Gianni Sciambarruto alla chitarra, Giuseppe Barile e Camilla Chiga al pianoforte; "galà lirico" al femminile, con Teresa Cardace, soprano e Michela De Pasquale al pianoforte; "Plurima mundi" e il genere del "rock progressive"; "Blues, rock e... country" con la "Country Road Band"; fino all'ultimo appuntamento, quello di domani con il "piano recital" di Daniela Quacquarelli.

Il festival, nato tre anni fa su iniziativa dei tre direttori artistici, fondatori dell'associazione musicale Domenico Savino - Paolo Cuccaro, Pierpaolo De Padova e Giuseppe Riccio (pianisti, docenti e concertisti) - ha avuto fin dall'inizio la mission di rendere fruibile a tutti la musica d'autore.

«Quest'anno - hanno dichiarato i direttori artistici - a causa del limite dei 100 ingressi, imposto dal comune, non abbiamo potuto consentire la partecipazione ai concerti a tutti coloro che lo avrebbero voluto. Siamo comunque lieti per la grande presenza di pubblico, intervenuto a tutte le serate. Presenza che ha evidenziato la voglia di partecipazione, da parte degli spettatori, ad eventi culturali di spessore. In questo contesto si è radicata la presenza sul territorio del festival, che ha come obiettivo, quello di fornire, gratuitamente, musica di alta qualità. Cercando una location che possa permettere a tutti di partecipare agli eventi, continueremo nei prossimi anni a fare formazione musicale, concerti e spettacoli, per offrire un contributo alla crescita culturale del territorio, un arricchimento per il nostro gusto e per la cultura artistica di chi verrà a seguire gli appuntamenti».

Carmelo Antonazzo

Nel tempo dell'inganno universale dire la verità è un atto rivoluzionario.

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up