Successone per la V edizione di "Orecchiette nelle 'nchiosce" In evidenza

"Orecchiette nelle 'nchiosce – vicoli di gusto a Grottaglie", la due giorni dedicati alla tradizione artistica e alla gastronomia tipica del territorio, ha raggiunto, quest'anno, i risultati sperati: raccogliere il maggior numero di visitatori nel Centro Storico affinché la nostra città fosse valorizzata dal punto di vista turistico, artistico e musicale.

La regina incontrastata è stata soprattutto lei: l'orecchietta.

Offerta dal pastificio Maffei è stata cotta e condita con estro dagli Chef Salvatore Amato (piatto proposto: orecchiette con cipollotto fondente e pomodorini fiaschetto), Salvatore Carlucci (che ha deliziato il palato dei presenti con le orecchiette al battuto di seppia ripiena e pomodorini infornati), Stefano Di Gennaro (con le apprezzate orecchiette, pane e pomodoro), Anna Maria Di Gregorio (commenti positivi per il suo piatto proposto, ossia orecchiette ai tre pomodori), Cosimo Guarino (richiesta di bis per le sue orecchiette al pesto di sedano bianco, pomodori secchi e scaglie di pecorino Don Carlo), Giovanni Pellegrino (originalità e tradizione nelle sue orecchiette alla cantonese con neve di fichi), Michele Rotondo (da Palagianello a Grottaglie la bontà dell'arancino di orecchiette), Nicola Russo (le gustose orecchiette con gazpacho e salsiccia fresca), Ottavio Surico (baffi leccati per le sue orecchiette alla poveraccia) e XFood (gusto deciso per le sue orecchiette con pomodorini appesi, ricotta forte e pane tostato).

Cinque sono state le piazze toccate da questa kermesse estiva, con la presenza di sei cantine vitivinicole, un birrificio artigianale ed ospiti musicali che hanno intrattenuto i visitatori fino a tarda notte: Cesare dell'Anna (col suo "Giro di Banda"), Mascarimirì ed Emanuele Barbati; non tralasciando la presenza di Stefano Guerrera, colui che "fa parlare i quadri".

Successone dunque per questa V edizione di "Orecchiette nelle 'nchiosce": il Presidente dell'associazione "Le idee non mancano", l'organizzatore Cosimo Sanarica, non può che esserne soddisfatto, come tutti coloro che hanno partecipato.

In veste di reporter dell'evento per conto del nostro blog di informazione, Grottaglie24, vi diamo conto delle osservazioni fatte nelle serate del 17 e 18 agosto scorsi:

Alessandro Trani: " L'evento "Orecchiette nelle 'nchiosce" giunto alla quinta edizione, è stato occasione di turismo, spettacolo, alimentazione e tradizione. Anche in questa edizione le sorprese non sono mancate, tra cuochi di grande fama e tra vini pregiati è stato ritagliato il posto per aree gluten free, idea molto apprezzata. Il percorso, scandito da luminarie che ricordano il simbolo e i colori dell'evento, inizia da Piazza Rossano- Piazza Regina Margherita, ove si procede all'acquisto del ticket, da quest'anno possibile anche attraverso apposito sito online. Nel kit per l'evento, vengono forniti un libretto, contenente informazioni su chef, vini ed una mappa da seguire per raggiungere le varie postazioni. Inoltre vi è un piatto in ceramica e un bicchiere da vino. Una volta terminato l'acquisto, si procede iniziando il percorso gustativo. Non vi è un obbligo nella scelta degli assaggi, quindi è possibile seguire i propri desideri. Gli stand presentano attrezzature sicure ed efficienti (con la premessa di non trovarsi in un ristorante), personale gentile e preparato. Nel corso della serata, viene fatta una presentazione a cura degli organizzatori: Monica Caradonna (addetto stampa per "orecchiette nelle 'nchiosce") e Cosimo Sanarica, il quale tiene molto a ringraziare i suoi collaboratori ed i partecipanti all'evento. L'idea di questo evento è di fondo il connubio tra tradizione del paese vecchio e la cucina rinnovata nelle orecchiette, fulcro della storia di un popolo che nella modernizzazione resta ancorato alla tradizione. Un evento che ha coinvolto molte persone, non solo del posto, ma turisti da tutta la regione, oltre che molti turisti stranieri. È difficile far comprendere attraverso l'uso di parole la portata di questo evento. Non ci resta che attendere le prossime edizioni, augurando che queste possano essere migliorate mantenendo i presupposti fondamentali presentati fino ad oggi".

Gabriella Miglietta:" Boom di presenze per questo evento ben organizzato, dove il cibo (tra tradizione ed innovazione), ed il divertimento (grazie alle note degli ospiti musicali che hanno fatto ballare i presenti), hanno fatto da padroni. Le due giornate si sono aperte alle 20:30 circa e, da subito, c'è stata un'alta affluenza di pubblico, resa ancora più incisiva attorno alle ore 22:30, quando continuavano ad arrivare visitatori dai paesi limitrofi e dalla Puglia tutta, specialmente in Piazza Regina Margherita. Un evento atteso che non ha deluso le aspettative: luminarie, bancarelle, piccolo corteo fiabesco, bambini entusiasti ed adulti soddisfatti. Ovviamente qualche piccolo disagio si è potuto creare vista l'entità che ha assunto la sagra, ma il tutto è stato gestito al meglio, compresa la raccolta differenziata grazie a "punti di riciclo", dove la gente era ben indirizzata e supportata dalla presenza di addetti al servizio. Commenti positivi diretti ai 10 Chef, cordiali e simpatici, ed alla superlativa orchestra di Cesare Dell'Anna. Insomma: la stragrande maggioranza dei presenti ha apprezzato portandosi (alcuni di loro) a casa, come souvenir, il piatto in ceramica realizzato per l'occasione ed il bicchiere in vetro servito alla degustazione degli ottimi vini. Arrivederci alle prossime "Orecchiette nelle 'nchiosce" ".

Ultima modifica ilVenerdì, 21 Agosto 2015 19:14
Gabriella Miglietta

Una voce in più per la cittadinanza

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up