A Villa Castelli torna "Contaminazioni Festival", il festival delle belle arti

Il 12 agosto ritorna per l'estate 2015 "Contaminazioni Festival", il festival delle belle arti a Villa Castelli (BR). Come ogni anno la manifestazione ha nei suoi intenti lo scopo di valorizzare e dare voce a tutte le forme artistiche presenti nel territorio, locale e nazionale, attraverso una mescolanza di progetti musicali e performance estemporanee, installazioni visive e percorsi poetici, che darà vita all'itinerario "contaminato" del festival.


Contaminazioni 2015 avrà inizio alle ore 20 con lo spettacolo della Giovane Compagnia di musica tradizionale, a cura del Maestro Antonio Palmisano; a seguire lo spettacolo di street art con le Animatrici del sorriso – Ass. Senza Pensieri. Alle 21:30 inaugurazione della manifestazione con la performance di Musica e danza, a cura di Leonardo Fumarola e Ciro Cavallo, accompagnati dai musicisti Ciro Nacci, Cosimo Elia, Gabriele Conserva e Antonio Palmisano.
Alle 22 l'inizio della musica live con le band Lenula, Thee Elephant e con il cantautore romano The Niro.
Organizzato dal Laboratorio Collettivo, associazione culturale operante nel campo musicale e dello spettacolo, l'iniziativa si avvale del patrocinio del Comune di Villa Castelli e della collaborazione di Melt – musica eventi live di Taranto, Pelagonia Music, Arci Calypso di Sava, Ex Macello – laboratorio urbano e Puglia Rock.
Gli spettacoli saranno distribuiti nel centro del paese, in una suggestiva location storica recentemente riportata alla luce attraverso lavori di restauro: Largo Chiesa Vecchia. Posizionata all'interno di una cornice monumentale, racchiusa tra il Castello Ducale (ora Palazzo del Municipio), il Museo di Pezza Petrosa (ospitante reperti archeologici risalenti al IV-V sec. a.C.) e la Chiesa Vecchia, essa si affaccia su un belvedere naturale dal quale è possibile ammirare lo scorcio del paesaggio mediterraneo che si estende verso i paesi confinanti.
In questo incantevole scenario si alterneranno spettacoli musicali e performance danzanti, mentre varie postazioni di artisti e artigiani saranno allestite lungo le vie limitrofe alla piazza, con mostre fotografiche, scultura, pittura e arte da strada.

Gabriele Palumbo

"Non sono quasi mai serio, e sono sempre troppo serio. Troppo profondo, troppo superficiale. Troppo sensibile, troppo freddo di cuore. Io sono come un insieme di paradossi." — Ferdinand de Saussure

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up