I concerti più attesi in Puglia per la stagione invernale

Ecco gli artisti più attesi che porteranno la loro musica in terra pugliese in questi primi mesi del 2015:

Caparezza
28 Febbraio Palamazzola, Taranto e 4 Aprile PalaFlorio, Bari
Caparezza tornato in Italia dopo un breve tour europeo e l'esperienza oltreoceano è pronto a portare il suo Museica, l'album disco di platino e vincitore della Targa Tenco come miglior album 2014 a Taranto, nella prima tappa del tour 2015 confermando ancora una volta il legame con la città jonica.
Il cantautore pugliese si esibirà cantando nuove e vecchie canzoni. L''album d'inediti "Museica"( scritto e prodotto da Caparezza pubblicato lo scorso aprile e ispirato al mondo dell'arte) è un vero show dalla forte connotazione artistica. Uno spettacolo da vedere oltre che sentire.
Il 4 Aprile si riconferma il forte legame fra Caparezza ed il pubblico barese. Partito dall'Acqua in Testa festival di Bari lo scorso giugno per il tour estivo di Museica, Caparezza ritorna a Bari per concludere il tour invernale Museica Tour II - The Exhibition.

Niagara
13 Febbraio Arci Rubik, Guagnano (Le) e 14 Febbraio Kabuki (Ba)
Nato al Superbudda Studio nel 2007 a Torino, Niagara riunisce le esperienze artistiche di due cantanti/produttori, Davide Tomat e Gabriele Ottino, che dimenticando il loro ruolo di "voci", si sono avvicinati alla composizione musicale abbattendo ruoli e regole compositive per concentrarsi totalmente sulla strutturazione di un impianto sonoro finalizzato a trasmettere sensazioni incomunicabili con le parole.
La continua sperimentazione sonora basata spesso su "session d'improvvisazione" ha portato i due NIAGARA alla realizzazione del primo LP "OTTO" in uscita l'11 febbraio 2013 in Europa e il 25 marzo negli Stati Uniti e in Inghilterra con Monotreme Records.
In "OTTO" il duo crea un mix di pop sperimentale, elettronica e psichedelia.
Il primo singolo, lanciato qualche mese fa "Seal", è un gioioso brano, supportato da cori estatici, dolci armonie west coast, testi di un umorismo surreale.
"Watershipdown" fa pensare alle esplorazioni spacey dei Flaming Lips, incendiate da synth, drones e sample di voci."Etacarinea" fa pensare ai Beatles del periodo 'Sgt. Pepper', con tutto il suo armamentario di voci, synth, fiati, rumori, che converge in una pischedelia distorta ma controllata."Galaxy Glacier " è improvvisazione pura, con batteria e voci che si aggiungono a synth rumorosi.Il disco si chiude con la bizzarra "Love Me Love Me"; un immaginario giardino di percussioni sincopate.

Riccardo Sinigallia
28 Febbraio Cittadella degli Artisti, Molfetta (Ba)
Scrive canzoni dall'età di 12 anni.
Nel 1988 forma i 6 suoi ex, band con cui scrive, suona e canta per quattro anni nei centri sociali e nei club dei primi anni '90.
Nel 1994 comincia la collaborazione come autore con Niccoló Fabi di cui produce e arrangia i primi 2 album "Il giardiniere" e "Niccoló Fabi" e con cui firma - tra le altre - canzoni come "Dica", "Capelli", "Rosso", "Vento d'Estate", "Lasciarsi un giorno a Roma".
Nel 1997 produce e firma alcune canzoni de " La favola di Adamo ed Eva" di Max Gazzè, tra cui "Cara Valentina", "L'amore pensato", "Una musica può fare" e la già citata "Vento d'estate".
E' dello stesso periodo il ritornello di "Quelli che benpensano" di Frankie Hi Nrg Mc con il quale dirigerà anche il videoclip, iniziando una lunga collaborazione che lo vedrà dietro alla macchina da presa anche da solo per molte delle sue produzioni musicali tra cui quella dei Tiromancino.
Nel 2000 l'uscita de "La descrizione di un attimo" album di cui firma con il gruppo la produzione e tutte le canzoni tra cui quella che darà il titolo al disco, ma anche "Due destini" che sarà nei titoli di coda de "Le fate ignoranti", e "Strade" con cui parteciperà in duetto al festival di Sanremo di Fabio Fazio.
Nel 2003 esce il suo primo lavoro "Riccardo Sinigallia" che viene spesso inserito dalla critica specializzata nelle classifiche dei migliori dischi italiani di questi anni.
Nel 2006 viene pubblicato "Incontri a metà strada", album che raccoglie nuovamente molti consensi da parte della critica e con cui riesce a crearsi un proprio spazio nel panorama della canzone d'autore italiana contemporanea.
È autore delle colonne sonore di "Paz!" e "Amatemi" di Renato de Maria. Nel 2014, con i brani "Prima di andare via" e "Una rigenerazione", Riccardo Sinigallia parteciperà per la prima volta da solista al Festival di Sanremo, a cui farà seguito, il 20 febbraio, la pubblicazione del nuovo album "Per Tutti", il primo su etichetta Sugar.

Punkreas
31 Gennaio Dopolavoro, Brindisi
Impegno sociale, indignazione e lotta costante: sabato 31 gennaio arrivano a Brindisi i Punkreas. La band punk-rock più famosa d'Italia infiammerà l'atmosfera del Dopolavoro Live Club per l'unica tappa pugliese del "Punkreas XXV Paranoia Domestica Tour", lo spettacolo ideato per celebrare i venticinque anni di carriera della band.
Opening di grande livello con i Bistouries, apprezzatissima band punk-rock leccese della scuderia dell'etichetta discografica White Zoo Records, ed i Sud Disorder, gruppo tarantino che con il suo trascinante punk hardcore sta raccogliendo consensi in tutta Italia.

Verdena
5 Marzo Demodè, Modugno (Ba)
Unica tappa pugliese per il tour di Endkadenz Vol. 1, la prima parte del nuovo album dei Verdena in uscita il 27 gennaio a cui seguirà il secondo capitolo in estate.
Un ritorno atteso per quattro anni dopo l'uscita del doppio album Wow che esaltò pubblico e critica e che ha già tenuto alte le aspettative dopo la pubblicazione del primo apprezzatissimo singolo "Un po' esageri".
Un live imperdibile per una delle band di culto del rock alternativo italiano!
In apertura un support act di lusso: i Jennifer Gentle, band con cui i Verdena collaborano da tempo e che stanno ripubblicando i primi due dischi ormai introvabili.

Cosmetic
6 Marzo Tesla, Molfetta (Ba)
Nel 2014 i Cosmetic compiono 13 anni e sono Bart, Mone ed Emily, lavorano da circa 8 anni a una sorta di rumore fatto di canzoni, mischiando psichedelia shoegaze e forma canzone piuttosto classica con picchi di emozioni dentro o fuori la voce. E' rumore fatto di canzoni, non viceversa. Hanno pubblicato Sursum Corda (2007 Tafuzzy/Cane Andaluso), Non siamo di qui (2009 La Tempesta), In ogni momento EP (2011 La Tempesta) e l'ultimo album Conquiste (2012, La Tempesta) è finora quello con cui hanno girato maggiormente l'Italia con un tour di circa 50 date. Nel marzo 2013 Erica Terenzi dei Be Forest sostituisce temporaneamente al basso Emily e Motobecane è sostituito alla chitarra da Sergio. Nel mese di ottobre 2014 viene annunciata l'uscita del quarto LP, Nomoretato, che uscito il 16 dicembre 2014 sempre per La Tempesta. Il disco è stato realizzato in collaborazione con il produttore artistico Claudio Cavallaro, membro dei Granturismo.


Colapesce
6 Marzo Villanova, Pulsano (Ta) e 10 Aprile Demodè, Modugno (Ba)
Prima data in Puglia del Tour : Venerdì 6 Marzo al Villanova.
Il 10 Aprile al Demodè selezione ufficiale dell'edizione 2015 per il SZIGET FESTIVAL di Budapest e per l'Home Festival di Treviso. Come premio aggiuntivo il vincitore avrà la possibilità di essere messo sotto contratto per un anno dalla BPM Concerti. Il Sziget & Home Sound Fest è il contest ufficiale per suonare al Sziget Festival e all'Home Festival. Ogni anno si aggiungono anche premi ulteriori per le band vincitrici. E' un'occasione importante per la musica emergente italiana e certamente un'occasione ghiotta per farsi conoscere e scoprire.
"Negli ultimi tre anni sono stato in giro con lo Zaino Protonico a raccogliere i 'mostri', come i protagonisti di Ghostbusters. Li ho imprigionati dentro il mio hard disk, proprio come un vero acchiappafantasmi, ma a un certo punto ho deciso di liberarli tutti insieme e non è stato per niente facile gestirli."
L'essenza di "Egomostro" è tutta in queste parole che Lorenzo Urciullo (al secolo Colapesce) ha scelto per presentare il suo nuovo lavoro.
Più che un concept si tratta di un diario che cerca di riassumere tre anni di vita vissuta attraverso uno specchio deformante. L'album si apre con un'introduzione – Entra pure – che vuole essere una sorta di guida all'ascolto e mette subito in chiaro il filo conduttore dell'intero disco. Se con "Un meraviglioso declino" Colapesce cercava di raccontare una storia che partiva dal vissuto quotidiano di una coppia di quasi trentenni appena giunti al traguardo della laurea nell'Italia della crisi, qui decide di scavarsi dentro e fare luce su stesso, la sua personalità pubblica e il modo in cui questa ha finito per influenzare anche la sua sfera privata. L'egomostro con cui Lorenzo è in lotta è il suo personale, ma potrebbe essere quello di chiunque: figlio dell'ansia, dei rapporti sentimentali e familiari, del micro-successo, degli autoscatti pubblicati su Instagram e della necessità di rincorrere una fama quantificabile in centinaia di Like.

Le Luci della centrale elettrica
7 Marzo Officine Cantelmo, Lecce
Un concerto elettronico ma suonato con le braccia. Un concerto disco-punk. Elettrico ed elettronico. Con Fede Dragogna (I Ministri) alla chitarra elettrica, Matteo Bennici al basso elettrico e Paolo Mongardi (ZEUS!) alla batteria. Sarà uno spettacolo che tirerà fuori il lato più ritmico e distorto di Costellazioni e degli altri dischi, quell'idea di ballare sotto i bombardamenti. Ci saranno molte canzoni che non suonate da anni o che mai suonate dal vivo e dopo quest'anno di concerti da marzo a marzo le luci si fermeranno fino a chissà quando.

Ultima modifica ilGiovedì, 29 Gennaio 2015 20:07
Gabriele Palumbo

"Non sono quasi mai serio, e sono sempre troppo serio. Troppo profondo, troppo superficiale. Troppo sensibile, troppo freddo di cuore. Io sono come un insieme di paradossi." — Ferdinand de Saussure

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up