Successo russo per i nostri "Pizzicati"

Trionfo russo per i nostri "Pizzicati int'allù Core" i quali ritornano dal Festival dell'Arte Italiana – Suggestioni di Puglia con dentro le valige doni, fiori e successo.

I tre concerti a Mosca e Dmitrov si sono rivelati "Un ciclone di energia!", così come li ha definiti la rappresentante della Camera di Commercio di Dmitrov. Il Canzoniere della Compagnia del Teatro Jonico Salentino, diretto da Valerio Manisi, ha ricevuto centinaia di complimenti al Ministero dell'Interno della Federazione Russa (dove settecento allieve hanno ballato e cantato con i Pizzicati senza sosta e pausa) e, nel villaggio di Medvezhi Ozera, è riuscito addirittura a far ballare l'intero corpo militare operante nella stazione spaziale vicina. Uno di questi, al termine di un brano, stringe la mano a Valerio Manisi. Ed è questa immagine di loro, che rappresenta la cultura che stringe la mano alla nazione russa, a divenire il simbolo della serata. Valerio Manisi, leader dei Pizzicati, dichiara: "È stata un'esperienza unica, dagli effetti inaspettati. Di solito, in Teatro, qualcosa per scaldare il pubblico serve ... in questi casi soprattutto, visto che le temperature sono costantemente sottozero! ma qui non è stato necessario. Alla fine del brano di apertura, erano già tutti coinvolti e ammaliati dalla musica. I cittadini russi hanno ballato, urlato e addirittura cantano nel nostro dialetto. L'emozione più forte è stata per noi quella vissuta al Ministero dell'Interno, dove oltre settecento allieve, rigorosamente composte e tutte vestite in modo medesimo, hanno cantato, saltato e si sono scatenate senza abbandonare mai il proprio posto. Poi, esibirsi con la stemma dei Pizzicati in mezzo alla bandiera italiana, proiettata in grande alle nostre spalle, ha ampliato ancor più il nostro orgoglio e responsabilità" . E coclude: "Ho apprezzato tantissimo il modo che hanno i russi di rispettare Il Teatro ... qualcosa che in Italia non esiste più. Puliti, precisi, super attrezzati e impeccabili in tutto! Non posso che ringraziare di cuore i miei compagni: Stefano Scatigna, Claudio De Vittorio, Bruno Galeone e Domenico Nisi. Grazie alla loro bravura ed energia si è reso possibile il nostro successo; Rocky Malatesta per averci voluto, e tutto il CESVIR; il Comune di Grottaglie, Francesco Fasano ed EuroNet per averci sostenuto". Senza dubbio è stato un Festival ricco di emozioni, energia, amicizia e condivisione tra due popoli che si confrontano culturalmente da un lato all'altro del termometro. Ora però, I Pizzicati tornano in Teatro con la commedia "Son morto e non m'ero accorto!"  il 20 e 21 dicembre al Teatro Monticello di Grottaglie. Non mancate, siete tutti invitati.

Ultima modifica ilGiovedì, 18 Dicembre 2014 12:34
Gabriella Miglietta

Una voce in più per la cittadinanza

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up