Pieravanti, Giancane e Caldironi a Grottaglie per un doppio live

Un doppio live vi aspetta il 20 dicembre prossimo in Via Delle Torri a Grottaglie.

Uno dei protagonisti della serata sarà Alessandro Pieravanti, percussionista ed una delle voci de "Il Muro del Canto", una band della Capitale (già nota in tutta Italia), il quale musicherà e narrerà le sue bellissime "500 ed altre storie", scritte in 4 anni e nate sul palco. In esse emerge la tradizione letteraria romana: scetticismo, satira politica e sociale, una descrizione quasi rassegnata degli eventi quotidiani, solitudine e riflessione malinconica ma, non mancano mai disincanto ed ironia. Storielle impattanti e sagaci, tutte in dialetto romanesco che, di fatto, sono poemetti in prosa distici o quarte dal ritmo allungato o spezzettato, in cui non si ruota intorno alla rima ma al significato interno del testo: un monumento alla vita popolare e ai ceti meno abbienti di Roma e del nostro intero Paese. I testi sono poco meno di trenta, alcuni dei quali estrinsecati dai disegni minimali di Domenico Migliaccio, perché, come afferma lo stesso Pieravanti: "Il bello della poesia è l'interpretazione altrui, che spesso e volentieri differisce lungamente e intimamente con quella dell'autore" . E poi, ci saranno Giancarlo Barbati in arte "Giancane"(chitarra elettrica) ed Eric Caldironi (chitarra acustica) sempre de Il Muro del Canto. Il logo del suo progetto solista è una museruola assicurata ad un cappio: Cosa hanno fatto a questo cane? Lo hanno ucciso, zittendolo per sempre, o è scappato, lasciando a penzolare il simbolo della sua vita in cattività? Tra l'altro, del suo primo cd "Carne" , colpisce la confezione: una vaschetta di polistirolo avvolta in un cellophane che porta la scritta "Giancane, carne, provenienza Italia, macellato il 12-12-2013", data ufficiale di uscita del lavoro. Una trovata tra l'inquietante e il geniale. Farà da sponsor alla serata l'Alchimie Pubblicità &Comunicazione. Inizio spettacolo ore 22:00. Ingresso libero.

Gabriella Miglietta

Una voce in più per la cittadinanza

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up