“L’Italo-Americano”, famoso giornale della California, dedica un articolo al barocco di Martina Franca e alle ceramiche di Grottaglie

L'Italo-Americano è un giornale settimanale bilingue al servizio della comunità Italo-Americana degli Stati Uniti d'America ed ha sede in Monrovia, California. Il giornale è stato fondato nel 1908 da Gabriello Spini, un dotto fiorentino, che voleva "Informare, unire e assistere" il sorgere della comunità Italo-Americana di Los Angeles. Questo è il giornale sulla cultura Italo-Americana più antico degli Stati Uniti d'America: la sua missione è quella di promuovere e preservare sia la cultura sia il patrimonio italiano con notizie in Italiano e in Inglese riguardanti l'arte; la cultura; la letteratura; l'istruzione; la storia; le imprese; la scienza; lo sport; lo stile di vita, solo per citarne alcuni. Il giornale pubblica articoli sulle notizie che caratterizzano gli eventi delle comunità Italo-Americana soprattutto della Costa Occidentale degli USA, contribuendo a favorire un collegamento significativo con la cultura Italiana.

Fabrizio Del Bimbo, giornalista de L'Italo-Americano, ha scritto un articolo in cui conduce un interessante viaggio alla scoperta del territorio Pugliese nella stagione autunnale, quando non è più possibile stare al mare, ma si può approfittare per privilegiare l'entroterra e le sue bellezze. Viene citata Martina Franca, che sorge sulle propaggini meridionali della Murgia, al confine delle province di Taranto, Brindisi e Bari ed è famosa sia per l'architettura barocca sia per il festival musicale della Valle d'Itria. Continua Fabrizio Del Bimbo dicendo che la basilica di San Martino, eretta nella seconda metà del Settecento, è la perla del barocco martinese. Anche il Palazzo Ducale rappresenta un altro luogo di interesse: iniziato nella seconda metà del Seicento per volontà del duca Petracone Caracciolo, in esso l'elemento rinascimentale si incrocia con il Barocco d'ispirazione leccese e l'impronta architettonica locale. Un tempo residenza dei duchi Caracciolo, attualmente è sede del Municipio.

Inoltre nel suo articolo, Fabrizio Del Bimbo cita Grottaglie, come principale e fiorente centro di produzione ceramica in Puglia, soprattutto per le ricche cave di argilla rossa presenti sul territorio: "Nel cuore di questa caratteristica cittadina, lungo la gravina San Giorgio, si è formato nei secoli un intero quartiere di esperti ceramisti i quali, ricavando laboratori e forni di cottura nella roccia di ambienti ipogei utilizzati in passato anche come frantoi, hanno saputo sviluppare una fiorente attività artigianale oggi riconosciuta ed apprezzata in tutto il mondo. Grottaglie stessa sorge su un territorio segnato dalla presenza di gravine, sui fianchi delle quali sono state scavate molte grotte, ne sono una testimonianza il centro storico che è completamente scavato nel tufo e le Cave di Fantiano, ora sede di un teatro all'aperto dove ogni anno si svolge il Festival Internazionale Musica Mundi di musica etnica e popolare. – Continua il giornalista - Due i principali prodotti della tradizione grottagliese: i "Bianchi di Grottaglie", manifattura artistica propria di un certo tipo di produzione elitaria caratterizzata dall'esaltazione della forma pura attraverso l'utilizzo dello smalto bianco stannifero, e la più caratteristica ceramica rustica e popolare, caratterizzata da una tavolozza cromatica costituita dal verde marcio, giallo ocra, blu e manganese. Appartengono a questa produzione i famosi capasoni (da capase, cioè capace), contenitori di notevoli dimensioni foggiati in sezioni distinte e successivamente congiunti e destinati prevalentemente a contenere il vino. Ad oggi Grottaglie, con le sue numerose botteghe di ceramisti, è l'unico centro ceramico pugliese protetto dal marchio Doc (denominazione di origine controllata) ed inserita nel ristretto elenco delle 28 città della ceramica italiana. Tra gli eventi di particolare interesse legati alla valorizzazione di questo prodotto artigianale si segnalano la Mostra della Ceramica in Agosto e la Mostra del Presepe in Dicembre, oltre alla prestigiosa esposizione permanente allestita al Museo della Ceramica nelle sale del Castello Episcopio. Sempre a Grottaglie Pietro Vitale lavora un materiale duttile come il gas vetro, realizzando oggetti artistici". – Conclude Fabrizio Del Bimbo.

Per maggiori informazioni:

www.italoamericano.com

 

Ultima modifica ilVenerdì, 07 Novembre 2014 20:16
Cinzia Marangella

"Sometimes you just need to look at things from a little different perspective and you will see the world through new eyes.

A volte hai solo bisogno di guardare le cose da una prospettiva un po' diversa e vedrai il mondo con occhi nuovi"

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up