Tutto è pronto per la nona edizione de “La notte dei Briganti”

Torna domenica 3 agosto a Grottaglie (Ta) nella zona antistante al Castello Episcopio.
Tutto è pronto per la nona edizione de "La notte dei Briganti" che avrà luogo partendo da via delle Torri fino ad arrivare a Largo Immacolata, comprendendo anche il Castello Episcopio.


Terre cotte - Torna il 3 agosto nella zona antistante al Castello Episcopio di Grottaglie, "La Notte dei Briganti", l'unico evento politico culturale a Grottaglie, organizzato dal Sud in movimento, che cerca di informare e stimolare i cittadini sulle dinamiche sociali, politiche ed economiche del paese.
"Terre cotte" la tematica di questa nona edizione, richiama l'emergenza di fermare immediatamente ogni tipo di inquinamento e deturpazione ambientale e anche visiva della nostra terra, è l'ennesimo grido di rabbia contro un sistema produttivo ed amministrativo che spregiudicatamente "cuoce le terre" non rispettando la vita umana e la natura.
Sud in Movimento rivendica il diritto fondamentale di ogni essere umano a vivere in un ambiente salubre senza essere costretto, da dinamiche subdole, a scegliere se lavorare o vivere.
Di questo si parlerà alle ore 18 all'Assemblea Pubblica dove le varie realtà associative territoriali, che da anni condividono queste tematiche, potranno intervenire e confrontarsi.
"La Notte dei Briganti" è anche musica, arte e divertimento con Gli Anonima Folk che, con il loro sound coinvolgente dal sapore folk-funky-blues, inebriano l'atmosfera con un ricco repertorio di brani inediti e scuotono le coscienze con una lirica ricca di contenuti e messaggi. Tra le ultime produzioni il cartoon Pinuccio, una vera e propria denuncia sulla condizione lavorativa nel sud.
Sulla stessa scia, i Frank Buffoluto & i pali delle cozze, I Fucking power trio e la musica popolare dei Don Pizzicati arricchiranno la serata attraverso un percorso itinerante tra stand artigianali, mostre fotografiche, intrattenimenti e giochi di fuoco dei sorprendenti Luminal Fire Play.

Ciro Piergianni

Un giornale deve riconoscere la verità ovunque essa sia e occuparsi non solo di come stanno le cose, ma di come dovrebbero essere.

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up