Il 19 Luglio la seconda edizione del premio "Corto Sordi"

L'appuntamento con la seconda edizione del premio "CortoSordi" è fissato per il 19 luglio 2014 nell'atrio del primo circolo didattico "Edmondo De Amicis" di Grottaglie, e sarà presentato dalla conduttrice della emittente Telenorba, Daniela Mazzacane.
Il Premio, promosso e coordinato dall'associazione Utòpia di Grottaglie e curata dal suo presidente Ciro Petrarulo, con la direzione artistica del regista Alfredo Traversa e dell'attrice Raffaella Caso, ha l'intento di sostenere ed incentivare quanti credono e vivono nel mondo della recitazione e dello spettacolo con capacità, talento e impegno professionale e gode, quest'anno, dell'egida della Fondazione Alberto Sordi, ente morale nato nel 1992 proprio per volontà dell'attore romano, al fine di promuovere la ricerca scientifica sulle patologie dell'età avanzata e l'assistenza qualificata alle persone anziane, nel rispetto prima e nella valorizzazione poi della dignità della persona umana e del suo diritto alla vita e alla salute.

La prima edizione ha visto protagonisti due registi che con le loro opere risultate vincitrici hanno già raggiunto livelli e festivals internazionali, qui a Grottaglie conquistano un premio tutto italiano. Sono i registi Saverio Deodato con il corto 'Con gli occhi chiusi' e Matteo Galante con il corto 'I passi dell'anima'. Fuori concorso tre opere di altrettanti registi pugliesi che tanto hanno già fatto parlare di sé. Sono Donatella Altieri con 'Genesi', Alessandro Porzio con 'Rumore bianco' e Giulio Mastromauro con 'Carlo e Clara'.

La giuria di questa II edizione del Premio è così articolata:
Presidente: Pietro Santagada, Regista ed Autore.
Giurato: Rina La Gioia Regista
Giurato: Paolo Marchese Attore
Giurato: Vincenza Musardo Talò Scrittrice e Critica
Giurato: Nunzio Ciaccia Esperto Cinefilo ed Amico di Alberto Sordi.

Per l'edizione 2014 Presidente Onorario e ospite della serata sarà l'attore Domenico De Pasquale, in arte "Mingo".
Maggiori info sul sito del premio: www.cortosordi.it

Ultima modifica ilVenerdì, 18 Luglio 2014 11:50
Gabriele Palumbo

"Non sono quasi mai serio, e sono sempre troppo serio. Troppo profondo, troppo superficiale. Troppo sensibile, troppo freddo di cuore. Io sono come un insieme di paradossi." — Ferdinand de Saussure

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up