Mostra d'Arte contemporanea nel Palazzo Ducale di Martina

Art-e co. global art: "l'arte un ponte culturale senza limiti di tempo e di spazio."
Pittura, scultura e fotografia di artisti contemporanei in mostra nel prestigioso Palazzo Ducale a Martina Franca dal 1 luglio al 16 luglio.


La Tuscia incontra la Valle d'Itria e mette in mostra le opere di grandi nomi del nostro territorio. Tante forme d'arte per una mostra davvero da non perdere. Saranno molti gli artisti che presenzieranno con le loro opere. Un cenno particolare al grottagliese Antonio Caramia che con le sue rappresentazioni fantastiche ed immaginarie, veicola i più profondi ed importanti messaggi sociali. Nelle sue rappresentazioni, isole magiche sorgono in maniera inverosimile dalle acque limpide del mare; isole suggestivamente costruite attraverso i tronchi attorcigliati dei secolari ulivi pugliesi, che divengono rocce stratificate di un antico castello lontano. Attraverso i colori brillanti dei blu cobalto e lapislazzuli, dei verdi variegati, l'isola incontaminata e felice, diventa in realtà una "prigione dorata", dove si scontrano e si ricordano, diverse realtà umane e sociali. L'opera di Antonio Caramia pone al centro della sua forza rappresentativa il rapporto tra arte e realtà, immagine estetica dell'equilibrio tra forma e contenuto.
Il tema centrale è l'ambiente, la natura, il paesaggio, tutti soggetti caratterizzati dalla forte impronta meridionale e mediterranea permeata d'azzurro. Gli ulivi, la campagna e la vegetazione circostante divengono contenitori, quasi scrigni immaginari che ospitano paesaggi urbani ideali - piccole città - percepiti come spazi regolari che si contrappongono al disordine naturale dell'esterno. Così, la sensibilità e il nitore pittorico dell'autore grottagliese, ricreano atmosfere senza tempo - sospese tra metafisica e surrealismo - nelle quali la dimensione onirica si materializza in gioiosa immagine di vita.

Ultima modifica ilVenerdì, 27 Giugno 2014 14:20
Gabriele Palumbo

"Non sono quasi mai serio, e sono sempre troppo serio. Troppo profondo, troppo superficiale. Troppo sensibile, troppo freddo di cuore. Io sono come un insieme di paradossi." — Ferdinand de Saussure

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up