Continuano le "Letture a km 0"

L'Associazione di Promozione Sociale ERIS e l'ACSI Prometeo Video Lab, in collaborazione con l'Hotel Akropolis e con il patrocinio del Comune di Taranto e della Regione Puglia Assessorato al Mediterraneo Cultura e Turismo, ripropongono la II edizione dell'iniziativa "Letture a km 0 – La cultura a filiera corta"una rassegna di libri che intende promuovere autori locali, mediante la presentazione delle loro ultime opere.


Il prossimo appuntamento è con il Reading Letterario dello scrittore Lino Grimaldi Avino con l'intervento musicale del Maestro Vincenzo Vitti, che impreziosirà le già suggestive parole del poeta, con l'accompagnamento musicale.
"Angusti Corridoi", opera prima, è l'immagine dei sentimenti umani. La mente raffigurata come un insieme di corridoi nei quali si esprime la vita, ma negli stessi, proprio per la complessità dell'essere umano, tali sentimenti si trovano in uno stato di angoscia e sofferenza fin quando non prendono vita in una estemporanea promozione cartacea, il Libro, mezzo di condivisione emozionale.
Lo scrittore ha scelto come tema della serata l'amore, queste le sue motivazioni: "Per uno scrittore non c'è nulla di più gratificante per le proprie emozioni che descrivere l'amore che prova con la poesia. Vivere una sensazione di passione nel pronunciare una frase tutta d'un fiato, diventa propedeutico oppure ossessivo, ma senza dubbio si dà sfogo a quel bisogno incessante che è incolto dentro se stessi, gli si dà forma. La continua ricerca dell'amore, l'inseguimento platonico dell'amata o la rinuncia alla donna che si è portato nel cuore, tutto si traduce in poesia per salvare la propria anima dalla sofferenza dell'oblio".
Per tutta la durata dell'evento, fino a Luglio, presso la Libreria Ubik sarà presente un espositore con tutti i libri presenti nella rassegna "Letture a km 0".
L'evento avrà luogo Venerdì 27 Giugno, ore 19.00, presso la Terrazza Le Fogge dell'Hotel Akropolis, vico I Seminario 3, Borgo Antico, Taranto.

Gabriele Palumbo

"Non sono quasi mai serio, e sono sempre troppo serio. Troppo profondo, troppo superficiale. Troppo sensibile, troppo freddo di cuore. Io sono come un insieme di paradossi." — Ferdinand de Saussure

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up