Congresso: il Pd si spacca sul nome del segretario

Non sarà un congresso unitario, quello che si appresta a vivere il 22 e 23 ottobre prossimi il Partito Democratico di Grottaglie, chiamato a scegliere attraverso il voto dei propri iscritti il successore di Massimo Serio, ora capogruppo consiliare. Dopo le candidature a segretario di Aurelio Marangella (ex-Ds) e Giuseppe Cappiello, trova la sua conferma anche quella di Giuseppe Ciniero, esponente della corrente moderata dell'ex-Margherita.

Una presenza importante, quella di Ciniero, che potrebbe "sparigliare" le carte in un congresso che sembrava già definito e orientato ad una scelta obbligata. Molti, anche tra gli ex-Ds, hanno accolto di buon grado la candidatura di Ciniero, che può contare, tra gli altri, sull'appoggio dell'ex vicesindaco, ora consigliere comunale, Francesco Donatelli. Nonostante i "numeri" non lo vedano favorito, Ciniero può rappresentare per i democratici l'uomo della "discussione", che rompendo gli equilibri precostituiti riporti al centro del congresso il dibattito politico, come si evince da un documento redatto dal movimento che ne sostiene la candidatura.
 
 
"Finalmente - recita il documento - si celebra il congresso locale di Grottaglie e quello provinciale di Taranto. Sarebbe stato un congresso burocratico e già definito, invece si profila un costruttivo e articolato dibattito tra gli iscritti all’interno dell’assise congressuale.
Anche a Grottaglie c’è la novità sul congresso. Con la candidatura di Giuseppe Ciniero a segretario locale si profila un confronto all’interno del partito.
Grazie ad un movimento di persone che crede agli ideali democratici che si ispirano al manifesto dei “Democratici per Costituzione”, nasce una proposta forte e alternativa a quella parte che ha gestito il partito per tanti anni.
Non vogliamo fare un congresso per essere contro qualcuno o contro qualcosa, non vogliamo essere in contrapposizione né a questa né a quella fazione, non vogliamo rimarcare le differenze culturali e ideologiche all’interno del partito, vogliamo semplicemente ricostruire il nostro partito con una rinnovata unità. 
Non siamo strumento di divisione, ma un valore aggiunto al confronto delle idee per recuperare l’autorevolezza politica.
 Il partito democratico che vogliamo, deve prendere cura della persona umana, che si deve occupare dei giovani e le problematiche sociali. Un partito che diventi un luogo d’incontro, di scambi di idee, di confronto, discutere e  che affronti i problemi comuni che investono la persona.
Tale proposta vuole apportare nuovi spunti innovativi per il territorio, in sintonia con quello che sta accadendo a livello provinciale con la candidatura di Rocco Ressa a segretario Provinciale del Partito, che sta movimentando il dibattito politico culturale.
La proposta alternativa sarà manifestata con chiarezza e decisione, su argomenti di notevole importanza per il territorio della nostra città, come la salute, il lavoro e lo sviluppo ecocompatibile.
Per questo, invitiamo tutti gli iscritti al Partito Democratico, ma anche i simpatizzanti, associazioni e movimenti politici e culturali, il giorno 18 settembre c. a., alle ore 18,30 presso la sede del PD di Grottaglie in piazza Vittorio Veneto n. 5, ad un incontro precongressuale per illustrare la proposta politica che sarà presentata nel congresso, dal candidato locale Giuseppe Ciniero, e dal candidato provinciale Rocco Ressa".
Ultima modifica ilSabato, 15 Ottobre 2011 14:54
Redazione

La Redazione di Grottaglie 24: un team affiatato di giovani, in continuo movimento e sempre alla ricerca di nuove risorse. Notizie, eventi, community e tanto altro ancora.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up