Cancellati i treni jonici. Il Sindaco Alabrese: "No ad un federalismo a senso unico"

Non permetteremo che Trenitalia confini la provincia jonica e i suoi passeggeri in un isolamento incomprensibile”.

A dichiararlo è il Sindaco di Grottaglie, avv. Ciro Alabrese, che comunica così con una nota stampa l’adesione del Comune di Grottaglie all’occupazione simbolica della Stazione di Taranto, indetta per le ore 9 di mercoledì 12 ottobre.
Come amministratore e cittadino – sottolinea il Sindaco Alabrese - ritengo del tutto immotivato l’ennesimo taglio sul fronte dei trasporti operato da Trenitalia, che si appresta a cancellare anche gli ultimi collegamenti veloci in partenza da Taranto. Si stenta a comprendere come un territorio densamente abitato e fortemente sviluppato economicamente come il nostro, possa essere messo volontariamente in uno stato di  abbandono e isolamento, costringendo i nostri cittadini a “viaggi della speranza” che segnalano una spaccatura sempre maggiore tra nord e sud del Paese.
La decisione, che penalizza anche i cittadini grottagliesi, è il segno di tempi nei quali si cerca di mettere in atto un lacerante federalismo a senso unico, che tra le tante storture punta sull’alta velocità ferroviaria nel Settentrione, mortificando il Mezzogiorno.
Condivido la necessità che la Regione Puglia e l’assessore regionale ai trasporti Guglielmo Minervini chiedano urgentemente un incontro al Governo nazionale, per mettere a fuoco il problema e concertarne soluzioni condivise.
Per questo mi associo agli appelli di coesione e intervento dell’on. Ludovico Vico e accolgo ben volentieri l’invito a partecipare del consigliere provinciale Luciano Santoro, promotore dell’iniziativa, segnalando la mia più attiva adesione a qualsiasi proposta che ponga al centro del dibattito politico e istituzionale lo sviluppo del nostro territorio”.
Ultima modifica ilLunedì, 10 Ottobre 2011 15:31
Redazione

La Redazione di Grottaglie 24: un team affiatato di giovani, in continuo movimento e sempre alla ricerca di nuove risorse. Notizie, eventi, community e tanto altro ancora.

1 commento

  • Ianclo
    Ianclo Lunedì, 10 Ottobre 2011 21:33 Link al commento

    Sono convinto che sia un atto assolutamente dovuto da parte della nostra amministrazione. Negli ultimi tempi abbiamo sempre sentito parlare della riapertura dell'aeroporto, quando non ci stavamo rendendo conto che stavamo perdendo molto terreno anche dal punto di vista ferroviario. Negli ultimi tempi io stesso ho visto sparire un Eurostar per la tratta Taranto-Roma, ma oltre a questi tante altre tratte sono state tolte.
    Per non parlare dello stato di degrado della stazione di Grottaglie e di Taranto. Dobbiamo renderci conto che il treno è un mezzo di trasporto su cui bisogna puntare e che non esiste solo l'aereo. Dobbiamo ribellarci per lo stato in cui sono le ferrovie da Roma in giù; nella tratta che collega Taranto a Napoli vi sono lunghi tratti a binario unico, dove i treni devono per forza di cose passare uno alla volta. Nel frattempo tra Roma e Napoli si viaggia oltre i 300 Km/h.
    Dobbiamo mettere fine a questa ingiustizia.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up