Michele Santoro: "Ricostruiremo la Città di Grottaglie partendo dall’agricoltura"

Michele Santoro, candidato sindaco, illustra uno dei punti più importanti del suo programma.

 

"La terra è una delle nostre più grandi ricchezze e Grottaglie ha una tradizione prevalentemente contadina. Dopo tanti anni di inutile attesa e di sprechi, dopo la mia elezione a Sindaco realizzerò finalmente il Centro servizi per l'agricoltura, restituendo agli agricoltori grottagliesi una promessa divenuta in questi anni solo uno schiaffo dalle sembianze di ecomostro. La mancata realizzazione di questo centro, situato nella zona sud-ovest della nostra città in direzione Taranto, purtroppo non ha consentito la giusta valorizzazione del nostro grande comparto agricolo, con ripercussioni negative sia sui redditi delle aziende di settore che dei singoli agricoltori". È quanto dichiara Michele Santoro, da sempre vicino alle problematiche e alle esigenze degli agricoltori grottagliesi.

"Il nostro progetto prevede la completa realizzazione della struttura, che solo così diventerebbe il luogo deputato a promuovere le nostre eccellenze, i prodotti tipici locali, i prodotti a Km Zero e le antiche Masserie.

La logistica, l'organizzazione, il piano di marketing ed il coinvolgimento diretto degli operatori del settore, contribuirranno ad incrementare i flussi commerciali e consentirebbero di istituire la Borsa Merci, collegata con la Borsa di Milano e con le altre principali Borse Europee.

Le impese agricole grottagliesi, sia quelle grandi che quelle più piccole, compresi i coltivatori diretti e quelle unicamente a condizione familiare dovranno essere il principale pensiero del sindaco eletto. L'agricoltura è il nostro settore principale. Da esso dipende tutta l'economia cittadina. Se Grottaglie in questi trent'anni ha visto crescere le sue attività è anche merito degli agricoltori e delle imprese che hanno portato risorse nella città".

Sottolinea il candidato Sindaco Michele Santoro.

"Il Centro Servizi diviene lo snodo fondamentale, esso comprenderebbe anche tutte le attività produttive che fanno attualmente riferimento alla "Terra d'Otranto" e che raccolgono ben quattro province: Taranto, Brindisi, Lecce e Matera con le relative Camere di Commercio del Sud-Est. Gli scenari futuri auspicano un collegamento con AGROMED, per creare un'area intermodale della retroportualità di Taranto. Con il Centro Servizi operativo si favorirebbe l'aumento della produzione delle attività agricole e dell'intero indotto ad essa collegato. Il volume di affari e gli scambi commerciali creerebbero le condizioni ideali per la crescita delle imprese attuali e la nascita di piccole, medie e grandi imprese e di nuove cooperative specializzate nei processi di trasformazione e commercializzazione dei prodotti della nostra terra, con evidenti positive ricadute occupazionali. Sono i sacrifici di tanti piccoli coltivatori e di tante famiglie e darci oggi uva, vini, melograni, frutta bios, ma anche latte, grano, canapa e olio".

"L'ultima festa dell'uva da tavola che si rispetti, quella che davvero portò benefici alla città, risale alla mia esperienza da giovanissimo assessore all'agricoltura. Occorre tutelare le attività produttive, commerciali e formative del comparto agricolo; occorre organizzare fiere, mercati ed eventi (in primis La Sagra dell'Uva da Tavola) finalizzati alla promozione dei nostri prodotti e al miglioramento/consolidamento del sistema import-export e smetterla di promuovere prodotti importati da altre realtà, iniziative che non portano nessun ritorno nella economia delle nostre imprese agricole, anzi". Dichiara Michele Santoro, da sempre vicino alle problematiche e alle esigenze degli agricoltori grottagliesi.

"Sarò schietto e sincero, senza aiuti agli agricoltori, sostegno all'economia agricola e promozione dei nostri prodotti di qualità la città farà fatica a risollevarsi. Il nostro programma è finalizzato ad aumentare la ricchezza del nostro territorio e di conseguenza dei nostri cittadini. Intendiamo fare questo mantenendo vive le nostre tradizioni e i nostri valori popolari". Conclude Santoro.

Ultima modifica ilVenerdì, 10 Giugno 2016 17:43
Cinzia Marangella

"Sometimes you just need to look at things from a little different perspective and you will see the world through new eyes.

A volte hai solo bisogno di guardare le cose da una prospettiva un po' diversa e vedrai il mondo con occhi nuovi"

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up