"A Grottaglie "La Puglia in Più" riparte dalle donne, una scelta da perseguire in campo amministrativo locale ed tutti i livelli della politica"

«In una campagna elettorale spesso troppo urlata e costellata da polemiche al limite del populismo, abbiamo scelto di proporre agli elettori le nostre idee e le nostre proposte su quelli che riteniamo essere i temi fondamentali del vivere civile, e la risposta entusiasta dei cittadini non si è fatta attendere» E' il commento di Giuseppe Guarini, coordinatore cittadino de "La Puglia in Più" al termine del convegno dedicato al ruolo delle donne nella politica e nella società che si è svolto lunedì scorso a Grottaglie.

 

«Il messaggio che abbiamo voluto inviare - ribadisce Guarini - è forte e chiaro; troppo spesso le donne sono ignorate, trascurate e messe da parte, altre volte – anche in politica – sono giudicate più per il loro aspetto esteriore che per le effettive competenze. Le tanto discusse "quote rosa" non possono essere imposte solo per legge, ma devono diventare una condizione normale per una società che vuole dirsi civile. Anche a Grottaglie – come il tutto il Meridione d'Italia – sappiamo che c'è molto da fare, partendo ad esempio dalle troppe situazioni anomale, quando non illegali, legate all'impiego di mano d'opera femminile in agricoltura. Con questo convegno noi abbiamo voluto inviare un segnale non solo alle altre forze politiche, ma anche e soprattutto alle stesse donne, invitandole a prendere consapevolezza della loro forza e del loro valore.

Il successo del convegno, l'attenzione dei presenti, la qualità degli interventi dei relatori intervenuti – prosegue Guarini – sono un attestato di stima che ci riempie di legittimo orgogli ed insieme un importante stimolo ad andare avanti su questa strada. Aver avuto ospiti i due nuovi coordinatori provinciali de "La Puglia in Più", Simona Scarpati e Tullio Mancino, nominati qualche giorno fa nella assemblea provinciale svolta proprio qui a Grottaglie ed insieme a loro il senatore Dario Stefàno, presidente della Giunta delle Elezioni ed Immunità parlamentari e presidente del nostro movimento politico, è il segno evidente che la nostra non è e non vuole essere una mera iniziativa elettorale, ma un chiaro percorso di scelte e orientamenti che intendiamo proporre e perseguire tanto in campo amministrativo locale che a tutti i livelli della politica.

Altrettanto importante – evidenzia Guarini – è stato il contributo di Maria Carmela Lanzetta, ex Sindaca di Monasterace e già Ministra per gli Affari Regionali, che ha portato la sua personale testimonianza di donna e amministratrice non solo alle candidate alle prossime elezioni di giugno per "La Puglia in Più" ma a tutte le donne presenti, offrendoci un contributo di idee ed esperienze prezioso e unico. Interessanti anche gli spunti che sono giunti da due candidate, Michela Manisi e Annamaria Serio.

Noi ripartiamo dalle donne - conclude Guarini - perché crediamo nella loro forza e nella loro capacità, abbiamo otto candidate nella nostra lista, una squadra compatta ed entusiasta che partecipa alla nostra campagna elettorale con entusiasmo, convinte – come è stato detto – che la loro presenza sia e debba sempre di più essere la normalità e non l'eccezione.»

Carmelo Antonazzo

Nel tempo dell'inganno universale dire la verità è un atto rivoluzionario.

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up