Logo
Stampa questa pagina

Inaugurato il comitato elettorale del Pd di Grottaglie

È stato inaugurato, lunedì 25 aprile in viale Matteotti n°35, il comitato elettorale del Partito Democratico di Grottaglie.

«Le ragioni che ci hanno indotto ad aprire un comitato elettorale nel cuore della città – ha spiegato il segretario cittadino del Pd Paolo Annicchiarico – risiedono nella necessità di offrire ai cittadini punti di riferimento affidabili, nel corso di una campagna elettorale confusionaria come quella in atto. Una campagna elettorale caratterizzata da "transumanze" di ogni tipo e da offerte programmatiche basate più sulla protesta che sulla proposta di contenuti, da parte di coalizioni trasversalissime ed inconciliabili. Oggi più che mai, invece, è essenziale avere una visione politico-amministrativa, utile a comprendere quale città si vuole consegnare ai cittadini nel 2012 e con quale qualità di governo».

All'inaugurazione del comitato elettorale, sono intervenuti l'onorevole Michele Pelillo, l'onorevole Ludovico Vico, il consigliere regionale Donato Pentassuglia, il segretario provinciale del partito Walter Musillo, il vice segretario provinciale Costanzo Carrieri e il candidato sindaco della coalizione di centro sinistra "Ali e Radici", Pierluigi Di Palma, al quale sono state affidate le conclusioni.

«In questa tornata elettorale – ha detto Pelillo - abbiamo fatto una scelta molto coraggiosa. Non ci accontentiamo di avere un percentuale maggiore o un sindaco in più, ma stiamo cercando di fare una cosa molto più utile per la nostra comunità, promuovendo la migliore classe dirigente possibile in ogni città. E Grottaglie è emblematica da questo punto di vista. Abbiamo avuto la disponibilità di un grottagliese doc, di un grottagliese che è un vanto per la città di Grottaglie, la persona più giusta per far fare alla città un ulteriore salto di qualità. Grottaglie, in questo momento, è il presente del prossimo futuro di questo territorio. È la prima parte di territorio che, finalmente, raccoglierà nei prossimi tempi tutto il lavoro e l'investimento fatto negli anni scorsi. Per questo è necessario promuovere una classe dirigete adeguata a raccogliere tutti questi sforzi e a dare, finalmente, dei segnali positivi».

«Lecampagne elettorali delle amministrative – ha detto Vico - in tutta la provincia, così come a Grottaglie, pongono la necessità di nuove stagioni. Le cose cambiano e quando le cose cambiano si affacciano, per fortuna, nuovi gruppi dirigenti.C'è chi vincerà, c'è chi perderà. Ma il cimento complessivo sarà quello di proporsi per il governo delle tante città che vanno al voto. Grottaglie, con 25 anni di amministrazione del centro sinistra, ha una storia importante alle spalle. Una storia che potrà continuare nel solco di un futuro rappresentato dalla novità dell'alleanza costruita intorno a Pierluigi Di Palma».

Nelle sue conclusioni, il candidato sindaco della coalizione "Ali e Radici" ha dichiarato: «La nostra idea è quella di saper intercettare gli elementi di novità che ci sono nello sviluppo economico della terra jonica.Innovazione tecnologica compatibile con l'ambiente, in risposta anche ad una crisi dell'Ilva che, comunque, va difesa e rafforzata. Rispetto a questo, noi crediamo che una città come Grottaglie debba saper intercettare positivamente questa capacità nuova di un'economica che sappia guardare al nuovo millennio. In questa concezione più ampia, si inserisce la necessità di una riqualificazione urbana, che finisce per essere l'elemento fondamentale di un paese che ha già nella tradizione un grande patrimonio. Patrimonio che deve saper vendere investendo sull'ospitalità e riuscendo ad attirare turismo, in quella che noi definiamo "masseria diffusa". Un'idea di turismo in cui tutta la città finisce per essere gradevole al turismo, sia quello legato al lavoro dell'aeroporto, sia tutto il turismo che in Puglia viene volentieri».

Progetto realizzato da Cinetyk. Tutti i diritti riservati.