Annicchiarico (Sud in movimento): "Sindaco e Pd ormai annaspano!" In evidenza

 

"Apprendiamo con stupore che a Grottaglie esiste il PD e che il sindaco Alabrese si è accorto che ci sono dei problemi - si legge nel comunicato stampa di Giovanni Annicchiarico, presidente di Sud in movimento - Bene, si fa per dire! Ma non si capisce perché, essendo loro incapaci di risolvere anche il più elementare problema della città, addossano all’opposizione le responsabilità dei propri fallimenti, non ultimo l'interruzione della campagna amica".
È doveroso precisare - continua il presidente - che gli accordi presi in consiglio comunale prima, ed in commissione poi, consistevano nell’ avviare una serie di iniziative (tra cui Campagna Amica), all’interno del mercato di via delle Torri, previo accordo in commissione, con le varie organizzazioni interessate. Di fatto però, questo passaggio istituzionale non è mai stato fatto, anzi non si sa bene chi ha stretto accordi con la Coldiretti, violando il patto democratico. La domanda dunque nasce spontanea: a che gioco stanno giocando il Sindaco e il Pd? Forse è giusto pensare che non hanno letto le carte delle commissioni o stanno solo bluffando per nascondere la loro incapacità amministrativa? Le accuse di speculazione politica dell’opposizione, vanno rispedite al mittente, in quanto non più tardi di cinque giorni fa, il consigliere del Sud in Movimento Avv. Ciro D’Alò ed il capogruppo del Pd, dopo sollecito telefonico di quest’ultimo, si sono recati al mercato di via delle Torri. Una volta sul posto, dopo avere discusso con i commercianti, lo stesso Massimo Serio ha apprezzato, in presenza degli esercenti (tra cui anche un candidato nelle loro liste) la correttezza dell’operato del Consigliere Avv. Ciro D’Alò, dovendo constatare che non vi è mai stata alcuna speculazione politica, ma solo l’esercizio della funzione di consigliere comunale.
Stando così le cose - conclude Annicchiarico - il Sindaco ed il suo partito (ammesso che funzioni ancora) farebbero meglio a confrontarsi in casa loro, magari parlando prima con il proprio capogruppo e solo dopo scrivere comunicati stampa. Eviterebbero così di ripetere sempre le solite brutte figure".
Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up